Linea 1, guasto in metropolitana: passeggeri a piedi nel tunnel

da | Giu 28, 2020 | Primo piano

Nella mattinata di ieri intorno alle 12.20 un guasto ha causato la frenata di un treno della Linea 1 della Metropolitana di Napoli nella galleria che collega le stazioni di Museo e Materdei, con a bordo circa 50 passeggeri. Il guasto tecnico è stato preceduto da un forte boato che ha spaventato i passeggeri. Trascorsi una decina di minuti i passeggeri sono stati fatti scendere dal treno e invitati a camminare lungo i binari, nel tunnel, fino alla stazione più vicina. In molti hanno accusato malori e agitazione per la situazione, all’esterno sono dovute intervenire delle ambulanze.

L’Anm attraverso una nota diffusa ieri si è scusata con i passeggeri che sottolinea “non hanno corso alcun pericolo” e sta ora verificando le cause dello stop. “Il macchinista – si legge nella nota – ha riscontrato dei problemi nel far ripartire il treno e, come da procedura prevista, dopo 8 minuti ha lanciato un avviso di stop del treno e di necessità di proseguire a piedi sul camminamento di servizio. Il macchinista ha quindi aperto le porte del treno ed è sceso egli stesso, per accompagnare i passeggeri, indirizzandoli verso la stazione di Museo, visto che il percorso è in discesa. Intanto dalla banchina di Museo si sono mossi un altro macchinista e una guardia giurata per andare incontro ai passeggeri che procedevano a piedi sulla passerella, che è illuminata dalle luci d’emergenza che rendono visibile il percorso benché non siano chiaramente forti come le luci delle stazioni. Il personale Anm aveva intanto chiamato il 118 per prestare la prima assistenza ai passeggeri che stavano arrivando a piedi alla stazione Museo. All’arrivo – prosegue la nota – il personale del 118 ha visitato i passeggeri che richiedevano un controllo: quattro viaggiatori sono stati visitati e confortati dal personale del 118 che alla fine però non ha ritenuto che alcuno avesse bisogno di ulteriore assistenza. Dopo una breve riparazione, il treno è poi ripartito e la circolazione è ripresa alle 13.30”.

L’Anm si dice pronta a risarcire eventuali danni ai passeggeri.

Piazza Dante e gli umori della città

Piazza Dante e gli umori della città

Luogo di incontri, commerci, feste e proteste. Gli imprenditori storici, presidi di civiltà Napoli città teatro, e piazza Dante ne è uno dei più vivaci palcoscenici, “contenitore” che accoglie e rappresenta fatti e misfatti di una intera comunità. La lucida sintesi è...

Dpcm 16 gennaio, ecco tutte le regole

Dpcm 16 gennaio, ecco tutte le regole

In vigore da oggi il nuovo decreto di gennaio: spostamenti fra regioni vietati. Norme su palestre, musei, bar, visite in due, seconde case Entra in vigore oggi 16 gennaio 2021 il nuovo Dpcm che regola le norme anti-contagio per fronteggiare il Covid-19. Gli impianti...

Coronavirus, De Luca contro tutti

Coronavirus, De Luca contro tutti

Parla di zona rosé in Campania e attacca Di Maio, Zaia, de Magistris e gli ispettori. Sulla scuola dice: Non riapriamo senza sicurezza De Luca contro tutti. Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nella consueta diretta Facebook in cui fa il punto sulla...

Benvenuti nella “zona rosé”

Benvenuti nella “zona rosé”

Vincenzo De Luca in questo ultimo periodo ha chiaramente smarrito la lungimiranza e la lucidità che lo avevano caratterizzato durante tutta la prima fase dell’epidemia. È un dato di fatto incontrovertibile, checché lui ne pensi, che ancora continua a negare l’evidenza...

Campania zona rossa

Campania zona rossa

Ci sono volute solo le inoppugnabili e terrificanti scene, alcune filmate di nascosto dai malati, che certificavano il disastro del sistema sanitario ed ospedaliero della Campania per convincere il Governo, con colpevole ritardo, a decretare la Campania “zona rossa”....

Il Covid fa strage di imprese. In crisi anche i marchi storici

Il Covid fa strage di imprese. In crisi anche i marchi storici

Il Covid continua a fare strage nel settore del commercio. L’ultimo rilievo risale alla prima decade di settembre ed è di Confesercenti Campania: quarantamila aziende, quindicimila a Napoli, non hanno più riaperto dopo il lockdown di primavera. La metà delle imprese...

La via dei presepi rischia di sparire

La via dei presepi rischia di sparire

San Gregorio Armeno è un deserto e le numerose richieste di aiuto degli artigiani a Governo e Regione sono rimaste inascoltate “Questa passeggiata che ci facciamo è un po’ strana… prima quasi maledicevo tutta la folla che si accumulava fuori al negozio perché per non...

Maradona operato con successo. I medici: “Sta bene”

A Buenos Aires Diego Armando Maradona è stato operato con successo al cervello.  "Siamo riusciti a rimuovere il coagulo di sangue. Diego ha affrontato bene l'operazione", ha detto il dottor Leopoldo Luque presso la sua clinica privata di Buenos Aires. "È sotto...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te