Rrahmani che affare! E Amrabat, che rimpianto!

da | Giu 24, 2020 | Calcio Napoli

Il match di ieri sera contro il Verona ha detto tante cose. Ha detto a Gattuso che può contare sulla rosa larga, cosa decisiva per un torneo che si concluderà a ritmi serrati. Poter disporre di cinque cambi validi in panchina è un vantaggio non da poco. Oltretutto, come ha detto lo stesso tecnico, ci saranno un po’ di musi lunghi in meno nello spogliatoio.

Ma il match di ieri ha detto anche che il Napoli ha fatto un affarone. Rrahmani, il centrale di destra prelevato durante il mercato di gennaio e lasciato in prestito al Verona ha dimostrato grande stoffa. Un marcatore puntiglioso ed agile, a dispetto della stazza. Forte di testa, sa anche spingere e soprattutto diventa un cliente pericoloso sui calci piazzati in area avversaria. Il Napoli l’anno prossimo potrà contare su Manolas e Maximovic con certezza. Koulibaly è incerto, se partisse Giuntoli dovrebbe tornare sul mercato. Rrahmani partirebbe come quarto nella gerarchia, ma l’impegno su tre fronti e la disponibilità dell’allenatore a far giocare tutti renderà sicuramente il difensore attualmente del Verona un punto di riferimento costante. Il Napoli lo ha pagato solo 15 milioni (il Verona lo ha prelevato per 2), ma sicuramente già ne vale di più.

Ma la partita di Verona, oltre che dare confortanti indicazioni su Rrahmani ha anche fatto scattare un grande rimpianto. Perché ieri sera il migliore in campo è stato un altro giocatore gialloblu, Amrabat. Un diavolo scatenato, un regista arretrato che ha fatto dannare Allan e che ha corso distribuendo palloni ai suoi compagni per quasi tutto il match, fino a quando Juric non la sostituito, non perché fosse stanco, ma solo per dargli il cambio in vista dei futuri impegni.

Il Napoli era piombato per primo sul centrocampista ed aveva anche raggiunto l’accordo con il Verona. Ma il giocatore, o meglio il suo procuratore, si è impuntato e alla fine lo ha preso la Fiorentina. I motivi che lo hanno spinto a scegliere i toscani restano un mistero. E’ evidente che oggi come oggi il Napoli ha un appeal decisamente superiore a quello dei gigliati. Questione di commissioni? Si può pensare a tutto. La Fiorentina lo ha pagato qualcosa in più di venti milioni, la stesa cifra che offriva De Laurentiis, che come si sa è giustamente refrattario a cedere alle richieste degli intermediari. Probabilmente è stato questo il motivo che ha spinto Amrabat nelle braccia di Commisso.

Un vero peccato. Soprattutto considerando che Allan, che proprio non riesce ad entrare nelle grazie di Gattuso (non si capisce perché) sarà ceduto e che il Napoli in quel ruolo si troverà sguarnito.

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della società...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in più che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te