Napoli, mercato in fibrillazione: ore decisive per il futuro di Callejon e Milik. Lozano, addio vicino

da | Giu 24, 2020 | Calcio Napoli

Mentre il Napoli di Gattuso miete consensi e successi sul campo, il duo De Laurentiis-Giuntoli, con l’avallo del mister, cerca rinforzi.

Le operazioni di mercato non saranno tantissime (almeno in entrata), ma saranno mirate ed importanti, in barba al ridimensionamento di cui si parlava qualche tempo fa.

Prima incassare

La squadra azzurra proverà ad impensierire l’Atalanta per la conquista dell’ultimo posto utile per la Champions, ma dovesse fallire questo disperato assalto, non ci saranno grossissime ripercussioni sul bilancio. La prima fase del calciomercato, sarà dedicata all’incasso. Il Napoli deve, ancora introitare diverse somme per gli obblighi di riscatto di vari giocatori (Rog, Sepe, Grassi, Chiriches, Tonelli, Inglese e Verdi) e cercherà di sistemare le situazioni di Ounas e Younes che potrebbero tornare utili come pedine di scambio.

Nonostante la rete di ieri sera, Lozano pare sia intenzionato a dire addio al capoluogo partenopeo. I problemi iniziali di inserimento ed ora un allenatore che lo vede poco, spingono il messicano, targato Raiola, a cercare altre strade. Ancora in bilico la situazione Callejon. Lo spagnolo è combattuto e sfoglia la margherita: “Resto, o non resto?”. Offerte concrete non ne ha ricevute, ma l’offerta del Napoli (biennale a cifre ridotte rispetto a quelle attuali) non lo alletta particolarmente, ma più il tempo passa e più le possibilità di una sua permanenza aumentano. Situazione diversa per Arek Milik. Il polacco continua a dire no alla proposta di contratto, forte di una promessa fatta alla Juve, ma al contempo il Napoli continua a chiedere soldi, tanti soldi ai bianconeri, oppure pedine importanti in cambio (Bernardeschi e Luca Pellegrini i primi della lista). Si profila, almeno al momento, una clamorosa permanenza di Koulibaly.

Il discorso per il senegalese è chiarissimo, De Laurentiis ha fatto il prezzo (100 milioni di euro) somma che di questi periodi nessuno sembra intenzionato a mettere sul piatto ed il giocatore non ha assolutamente questa gran voglia di abbandonare il Golfo. Chiaro che, un’offerta importante sarebbe presa in considerazione da ambo le parti, ma c’è la volontà di andare avanti insieme. Colui che invece sembra destinato a lasciare Napoli è Allan. La sua esperienza napoletana è ai titoli di coda. Piace in Premier (Ancelotti sarebbe felice di accoglierlo nel suo Everton) ma occhio alle sorprese, la Juve e l’Inter sono dietro l’angolo.

Capitolo entrate

Il Napoli si muove, in anticipo e di concerto tra l’area finanziaria e quella tecnica. Gattuso ieri sera ha dichiarato con estrema certezza: “L’80% di questa rosa sarà ancora qui il prossimo anno”. Chiaro è che però, il mercato può sempre riservare grosse sorprese. Il Napoli (come da nostra esclusiva) ha di fatto bloccato l’erede di Koulibaly. In caso di partenza di Kalidou, il sostituto sarebbe Gabriel del Lille, ma si monitorano sempre i soliti Kumbulla, Milenkovic e N’Koulou. Ma l’asse Napoli-Lille è caldissimo anche per un’latro profilo. Gattuso, ha scelto l’uomo giusto per la sostituzione di Milik, ossia quel Victor Osimhen che ha fatto cose straordinarie col Lille. Obiettivo non di poco conto. Il nigeriano è un pezzo pregiato, ed è valutato non meno di 60 milioni, ma i rapporti tra le società sono buonissimi ed il Napoli ha la carta Ounas per ammorbidire la dirigenza transalpina. Da un’asse all’altro. Anche l’A1, l’autostrada del sole, potrebbe portare novità importanti. Napoli e Roma (nonostante il terremoto societario che sta vivendo la società capitolina) lavorano a diverse opzioni. La Roma ha un bilancio da risanare e tanti giocatori interessanti che possono fare al caso di Gattuso. Da Veretout a Spinazzola, da Under a Kluivert, fino ad arrivare ai rientranti dai prestiti Florenzi e Karsdorp. Alla Roma piacciono Ospina, il quale ha dichiarato di voler parlare con la società azzurra a fine campionato, Hysaj (nonostante le continue smentite dell’agente) e Milik. Ipotizzare dunque un’operazione fatta di scambi tra Roma e Napoli è una realtà da tenere assolutamente sotto osservazione.

Tante sono le cose che si muovono e ruotano attorno ad una certezza, il Napoli e Gattuso vogliono presentarsi ai nastri di partenza del prossimo campionato col ruolo di guastafeste e perché no, tentare il colpaccio clamoroso.

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Notte di stelle a Fuorigrotta tra Napoli e Inter. E di paradossi strani per Conte e Gattuso i loro allenatori, dalle stelle alle stalle in due mesi. Tra i paradossi del calcio di questa stagione a dir poco strana c'è il fatto che l'uscita dell’inter dalla Champions...

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions, sconfitta la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz ed Osimhen nel finale. Il Napoli riprende la marcia verso la Champions League, dopo la prestazione di mercoledì contro la Juventus, dove per la squadra partenopea è...

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all'Allianz Stadium, due dormite difensive regalano il doppio vantaggio ai bianconeri, nel finale accorcia su rigore Insigne ma non basta. Giallo allo stadium, dov'è finita la sala VAR? Allianz Stadium - In scena il tanto tormentato e...

Una panchina per tre

Una panchina per tre

Giorni di valutazioni, di contatti e di futuro. Il Napoli squadra è fermo, causa sosta Nazionale, il Napoli dirigenziale è attivo, molto attivo. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Molti, troppi (alcuni davvero fantasiosi) i nomi venuti fuori in...

Questa volta benedette Nazionali!

Questa volta benedette Nazionali!

Sono tornati tutti gasati gli azzurri prestati alle rappresentative delle loro patrie Questa volta De Laurentiis e Gattuso non possono lamentarsi. Le altre volte lo hanno sempre fatto, soprattutto il presidente, e avevano le loro sacrosante ragioni. Ma ora...

Il Napoli è ora equilibrato

Il Napoli è ora equilibrato

Dopo le due vittorie in trasferta, servono conferme nelle ultime 11 partite Diversamente da De Laurentiis, Gattuso mi ha subito ispirato simpatia e, da allenatore, fiducia. Non solo per la Coppa Italia vinta ma per la brutta gatta da pelare che s’era preso succedendo...

Ma Gattuso era così scarso?

Ma Gattuso era così scarso?

Non è Rinus Michael’s, Cruyff o Fergusson ma è un tecnico completo ed affidabile Sembra proprio che il Napoli si sia svegliato dal letargo invernale con relative amnesie di gioco. L’arrivo ormai imminente della primavera preoccupava i tifosi soprattutto per il...

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

È pronto a ripartire ma la sua assenza, che è durata ormai più di un mese, è stranamente passata sotto silenzio rispetto a quelle di Osimhen e di Mertens. Eppure Hirving Lozano, al momento dell’infortunio, era il vero goleador del Napoli, il valore aggiunto di una...

Il Napoli gioca già sul mercato

Il Napoli gioca già sul mercato

Il ds Cristiano Giuntoli è al lavoro per progettare la squadra del futuro: ecco i nomi sul suo taccuino In questo particolare momento della stagione esistono due Napoli, quello che sul campo tenta di centrare l’accesso alla prossima Champions e quello che lavora per...

Azzurri vittoriosi a San Siro, decide un gol di Politano

Azzurri vittoriosi a San Siro, decide un gol di Politano

Azzurri vittoriosi a San Siro, tre punti fondamentali conquistati contro la seconda in classifica, decide un gol di Politano che rilancia il Napoli in classifica, 10 punti nelle ultime 4 partite e zona Champions a -2 con una partita in meno. Gli azzurri arrivano alla...

Dodici puntate alla fine del romanzo

Dodici puntate alla fine del romanzo

Gattuso deve guidare il Napoli alla conquista di un posto in Europa, possibilmente in Champions League Cessate le antiche turbolenze, dimenticati - per ora - i velenosi e traditori contatti del presidente con altri allenatori dopo la “fatal” Verona, e stoppate...

Il gap italiano con i top club europei

Il gap italiano con i top club europei

Le notti d’ Europa, nonostante i progressi e la strada della gioventù intrapresa da Mancini con la sua nazionale, hanno confermato il gap ancora esistente tra i nostri top club e i club europei, anche quelli di non primissimo livello, come hanno dimostrato...

Il Napoli e le cessioni, quanti errori

Il Napoli e le cessioni, quanti errori

In questi anni mandati via giocatori che sarebbero invece tornati molto utili Il Napoli in questi ultimi anni non è stato sempre avveduto in fase di mercato. Ci sono su piazza e perfettamente impiegati tanti calciatori, acquistati e non valutati correttamente, che...

Haaland, che rimpianto per Adl

Haaland, che rimpianto per Adl

Il centravanti norvegese fu trattato per primo dal Napoli, ma chiedeva uno stipendio troppo alto L’occasione della vita sprecata. Un rimpianto senza fine: il Napoli avrebbe potuto acquistare per una cifra diciamo quasi irrisoria il fuoriclasse del presente e del...

Insigne trascina il Napoli contro il Bologna

Insigne trascina il Napoli contro il Bologna

Insigne trascina il Napoli contro il Bologna, doppietta del capitano azzurro che apre le marcature e nel momento in cui la squadra di Mihajlovic la riapre, il magnifico si carica i suoi sulle spalle e firma il definitivo 3 a 1. -Insigne trascina il Napoli- Dimenticare...

Napoli, serve la testa giusta

Napoli, serve la testa giusta

Contro il Bologna gli azzurri devono sbloccare al più presto il risultato Assistendo tra l’incredulo e lo sconcertato al finale di Sassuolo-Napoli ho pensato subito al lapidario giudizio che Mourinho dette di Balotelli: “Ha un solo neurone che gli funziona a...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te