Lo stemma del primo Napoli torna a vivere sulle polo e sugli orologi Argenio

da | Giu 24, 2020 | Calcio Napoli

Si dice che un ciuccio non può diventare un cavallo ma il contrario, invece, può accadere. Anzi, è quanto accaduto allo stemma del Napoli nel corso della sua storia.

Nato come cavallo rampante nel 1926 di colore giallo, si è poi trasformato nel noto ciuccio che ha accompagnato le gesta degli azzurri nella seconda metĂ  del Novecento. Ma quello stemma originale, bellissimo e d’impatto col cavallo in possesso di un pallone da calcio accompagnato dall’immancabile azzurro e da una cornice dorata, è rimasto sempre nei cuori dei tifosi del Napoli. Ed allora, oggi, in occasione della vittoria della sesta Coppa Italia della squadra azzurra, Salvatore Argenio, titolare della nota ed elegante boutique Argenio in via Gaetano Filangieri a Napoli, ha deciso di lanciare in anteprima un’edizione limitata di prodotti col marchio (regolarmente registrato) che ha visto nascere la squadra di calcio della cittĂ  partenopea.

Un’idea originale che conquisterĂ  i tantissimi tifosi del Napoli che vorranno acquistare un pezzo piĂą unico che raro nato in occasione del trionfo azzurro in finale di Coppa Italia contro la rivale sportiva Juventus.

Il logo del primo Napoli è presente sui bellissimi orologi così come sulle polo di filo di Scozia in vendita da Argenio oppure attraverso il sito www.argenionapoli.it

Non c’è dubbio: vedere quello stemma tornare a circolare a Napoli sarĂ  un tuffo al cuore per tanti appassionati del Napoli. Un regalo speciale da fare a se stessi oppure ad un amico o un parente che ha il sangue azzurro e che festeggerĂ  così nel modo migliore la Coppa Italia vinta dalla squadra allenata da Rino Gattuso.

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della societĂ ...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in piĂą che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te