Arriva in libreria “Rigore per la Juve!”, il nuovo lavoro di Paolo Trapani

da | Giu 24, 2020 | Cultura&Spettacolo

È in libreria, pubblicato da Magenes editoriale, nella collana ‘Voci dal Sud’, il libro “Rigore per la Juve ! Storie, aneddoti e stastiche sulla squadra più amata-odiata d’Italia”, scritto dal giornalista Paolo Trapani.


L’autore spiega: “Dopo il successo di ‘Maledetta Juve’, il pamphlet ironico pubblicato nel 2017 che ha avuto diverse ristampe, con l’editore abbiamo pensato a questo nuovo libro sui ‘non colorati’. Si tratta di un’opera che conserva l’irriverenza e la goliardia del libro precedente, ma al tempo stesso non sottace il momento storico-calcistico di questi anni che vedono la Juventus come la squadra con più tifosi, ma al tempo stesso più odiata (calcisticamente parlando) d’Italia. L’avversione sportiva verso la Juve mette ormai insieme più della metà dell’Italia del pallone, basti guardare ai ‘festeggiamenti’ che ovunque si celebrano quando i bianconeri perdono un match o un trofeo importante. In questo nuovo libro, con leggerezza ed in maniera sintetica, provo a spiegare perchè, secondo il mio punto di vista, la Juventus è oggi il club più detestato, perchè in questa fase storica accentra tanto potere e sopratutto perchè è una squadra che non può fare a meno della vittoria, che non rappresenta più il fine ultimo della competizione sportiva, come avviene per ogni club, ma costituisce il mezzo principale che i bianconeri utilizzano per cercare di affermare la propria identità calcistica. 


I ‘non colorati’, come li chiamiamo a Napoli, rappresentano uno straordinario paradosso: sono praticamente l’unico club di calcio al mondo a non avere un radicamento territoriale ed un legame viscerale con una città. Nel football, da sempre e ovunque, ogni squadra ha un forte legame con un luogo, un’area geografica ben definita. Nel caso della Juve, invece, tutto questo non avviene. In Piemonte ad esempio c’è soltanto il 10% dei sostenitori bianconeri. Nel libro spiego perchè questo paradosso contribuisce, oggi, a fare dei bianconeri un club inviso da milioni di sportivi e tifosi”. 


Il libro di Paolo Trapani è pieno di statistiche e numeri sulla Juventus, raccoglie aneddoti curiosi e goliardici sfottò anti-juventini. Inoltre, nelle pagine di “Rigore per la Juve!”, si raccolgono le testimonianze dei tifosi bianconeri cosiddetti ‘pentiti’ della propria fede. Tema importante poi è lo spinoso ed annoso problema degli arbitri. I bianconeri per la gran parte degli sportivi sono la squadra più aiutata dai direttori di gara. Sono tantissime le partite ed i match decisivi per i successi della Juventus nei quali gli arbitri finiscono nel tritacarne delle polemiche e dei resoconti avvelenati. Naturalmente per i tifosi della ‘Vecchia Signora’ non ci sarebbe nessun vantaggio ottenuto con le decisioni degli arbitri, per tutti gli altri tifosi invece senza i direttori di gara la Juventus avrebbe molti meno titoli in bacheca. 
Nella nuova opera editoriale di Trapani, inoltre, grazie all’importante contribuito del giornalista e blogger napoletano Maurizio Zaccone, c’è un’ampia raccolta di giornali che vanno dagli anni ’70 ad oggi: con una rassegna stampa snella e sintetica i lettori del libro hanno un resoconto storico completo di ciò che da sempre avviene in Italia a proposito dei successi sportivi dei bianconeri.

Successo per il Festival delle Arti

Successo per il Festival delle Arti

Grande festa per la cerimonia finale della rassegna di Noi per Napoli giunta alla sua VI edizione Olga De Maio e Luca Lupoli, noti artisti lirici del mondo musicale partenopeo, vincitori di numerosi concorsi internazionali, Pavarotti International, Mascagni, Mario...

“Ferito a morte” di Raffaele La Capria

“Ferito a morte” di Raffaele La Capria

Ferito a morte è uno di quei libri che, grazie alla vita propria dell’opera d’arte, rappresenta  aspetti psicologici e sociologici che trascendono la volontà dell’autore medesimo. Parliamo dunque della seconda, e più nota opera, dello scrittore napoletano Raffaele La...

Neapocalisse di Jean-Noël Schifano

Neapocalisse di Jean-Noël Schifano

  Un altro straordinario ritratto di Napoli è l’oggetto del “classico” di questa settimana, parliamo di Neapocalisse saggio sociologico dal solido impianto narrativo, pubblicato a Napoli nel 1990. L’opera invero risaliva al decennio precedente frutto della...

“Musicista in pochi decenni” di Francesco Libetta

“Musicista in pochi decenni” di Francesco Libetta

La recensione di questa settimana riguarda il denso quaderno di appunti di un grandissimo pianista e compositore meridionale il quale, poco più che cinquantenne, appartiene all’olimpo dei classici del pianismo mondiale. Parliamo di Francesco Libetta, grande musicista...

Lo cunto de li cunti

Lo cunto de li cunti

Il classico dei classici, bello tra i belli, Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile è, attualmente, il libro napoletano più noto, meritando persino, in tempi recentissimi, una messinscena cinematografica che, in verità, non ha riscosso consensi straordinari, ma...

Vedi Napoli e poi mangi e bevi

Vedi Napoli e poi mangi e bevi

Un rapporto sul turismo enogastronomico individua la città partenopea come la più “appetibile” Gradualmente le riaperture stanno riportando turisti e visitatori nelle città italiane. Non sarà, purtroppo, un fenomeno di massa, ma considerati i presupposti, bisogna...

Parte il Festival delle Arti 2021

Parte il Festival delle Arti 2021

La rassegna, giunta alla sua sesta edizione, è organizzata dalla storica associazione Noi per Napoli Parte il Festival delle Arti 2021 Noi per Napoli dedicato alla città di Napoli, al suo patrimonio storico e culturale, alle sue tradizioni, alla Lirica e al Bel Canto...

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

Altro classico che ascriviamo alla letteratura di Napoli è “San Gennaro vère” dell’autore ungherese Sàndor Màrai, il cui titolo italiano risponde a “Il sangue di San Gennaro”. E lo poniamo nella letteratura di Napoli non solo perché parla con slancio di una Città, a...

Ninfa plebea di Domenico Rea

Ninfa plebea di Domenico Rea

La seconda recensione di un classico della letteratura napoletana ha per oggetto, ovviamente, un libro straordinario, e ci ricorda, indirettamente, le consuetudini di un “Paese straordinario”. Ove la seconda “straordinarietà” non è da intendersi positivamente....

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te