Caldoro sfiderà De Luca. Abbandonato dai trasformisti, la sua sarà una corsa ad handicap

da | Giu 22, 2020 | Cronaca

Alla fine l’ha spuntata. Dal conclave tra Salvini, Meloni E Tajani, con Berlusconi dietro le quinte, è uscito il nome di Stefano Caldoro. Berlusconi lo aveva designato già quattro mesi fa. Ma inspiegabilmente Salvini aveva posto il veto. Morale della favola: l’ex governatore ha perso tutto questo tempo che avrebbe potuto impegnare ad organizzarsi per tentare di contendere con qualche chance di successo la vittoria al lanciatissimo De Luca. Nel frattempo, considerata l’incertezza Flora Beneduce è passata armi a bagagli sul fronte opposto e l’europarlamentare Aldo Patricello, molisano ma con grande serbatoio di voti, ha ufficializzato una strana posizione: resta con Berlusconi, ma farà votare per De Luca. Non s’era mai vista una cosa del genere. Anche Mastella, inoltre, aveva annunciato il passaggio sul versante opposto, l’ennesimo della sua carriera politica. Fermo restando che la moglie rimane una senatrice di Forza Italia.

Insomma un terreno minato per il povero Caldoro che ora dovrà affrontare una campagna elettorale tutta in salita.

“Ringrazio il Presidente Silvio Berlusconi e Forza Italia per avermi indicato e sostenuto dal primo momento. Ringrazio i leader della Lega e di Fratelli d’Italia, Matteo Salvini e Giorgia Meloni per la fiducia”. Così in una nota Caldoro, capo dell’opposizione di centrodestra in Consiglio regionale della Campania. “Ho scelto la mia terra per l’impegno politico ed istituzionale. Insieme, e lo dico a tutti i campani, facciamo ripartire la Campania con serietà e passione”, conclude la nota.

Come è noto si voterà per le regionali, non solo in Campania, il 21 settembre prossimo.

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

La giornalista Maria Cuono direttrice di Newspage Allinfo, scrittrice e docente di materie umanistiche presso l’Istituto Vico De Vivo di Agropoli spinta da rapporti amichevoli ha deciso di scendere in campo a sostegno del candidato a sindaco Elvira Serra nella lista...

Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

Via al Mam, museo aperto della metro

Via al Mam, museo aperto della metro

Il Comune rilancia il Mam, il Museo Aperto della Metropolitana, un progetto innovativo finalizzato a valorizzare le opere pubbliche che fanno parte del patrimonio artistico della metropolitana cittadina. Otto grandi imprese italiane sono pronte a investire al fine di...

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

A Pompei un convegno su un tema di scottante attualità. “L’affido, una scelta d’amore” è il tema di studio nazionale scelto dai Lions e fatto proprio dai Lions Distretto 108 YA  e per esso dal presidente del Comitato Marina Latella e dal componente del Comitato per la...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te