Linea 1, dalla Spagna il secondo dei nuovi treni per la metropolitana di Napoli

da | Giu 19, 2020 | Cronaca

È arrivato nella notte del 17 giugno, dal Porto di Saragozza, il secondo dei 20 nuovi treni per la Linea 1 della Metropolitana di Napoli, realizzati dalla società Spagnola CAF – Construcciones y Auxiliar de Ferrocarrilles. Il treno, delle dimensioni di 108 m di lunghezza per un totale di 1.200 posti passeggeri, sarà trasferito al deposito di Piscinola per il montaggio delle singole carrozze e le necessarie prove tecniche. Inizia così a comporsi la nuova flotta di treni che, completi e dotati dei più moderni strumenti tecnologici e di tutti i comfort, con particolare attenzione alle esigenze degli utenti a mobilità ridotta, consentiranno di ridurre sensibilmente i tempi di attesa aumentando il livello generale del servizio. L’arrivo dei nuovi treni si è reso necessario sia per soddisfare le esigenze dei flussi di utenza costantemente in aumento, sia per il completamento delle nuove stazioni che porteranno alla chiusura dell’anello metropolitano della linea 1, con l’attivazione anche della Stazione Centro Direzionale prevista nel 2022.

“Siamo molto soddisfatti – dichiara l’Assessore Piscopo – di essere riusciti a garantire, in un momento difficile determinato dall’emergenza sanitaria, l’arrivo a Napoli anche del secondo treno della Linea 1 della Metropolitana, che entrerà ufficialmente in esercizio nel 2021, in linea con il programma di dismissione dei vecchi treni. Grazie ad una positiva sinergia tra il Comune di Napoli, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Regione Campania, la società Spagnola CAF, la nostra società partecipata ANM – continua l’Assessore – saremo in grado di ampliare il numero dei convogli a disposizione dell’utenza, diminuendo così i tempi di attesa e garantendo più elevati standard di sicurezza tecnologica e di comfort”.

Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

Via al Mam, museo aperto della metro

Via al Mam, museo aperto della metro

Il Comune rilancia il Mam, il Museo Aperto della Metropolitana, un progetto innovativo finalizzato a valorizzare le opere pubbliche che fanno parte del patrimonio artistico della metropolitana cittadina. Otto grandi imprese italiane sono pronte a investire al fine di...

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

A Pompei un convegno su un tema di scottante attualità. “L’affido, una scelta d’amore” è il tema di studio nazionale scelto dai Lions e fatto proprio dai Lions Distretto 108 YA  e per esso dal presidente del Comitato Marina Latella e dal componente del Comitato per la...

Campania, obbligo di mascherine sui luoghi di lavoro

Campania, obbligo di mascherine sui luoghi di lavoro

Con provvedimento in corso di pubblicazione, il Presidente della Regione Campania  ha richiamato tutti i datori di lavoro, pubblico e privato, all'osservanza delle norme di prevenzione sanitaria, in particolare riferite all'uso delle mascherine. Sulla base di quanto...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te