La Coppa di Rino Gattuso, un tecnico umile che in sei mesi al Napoli ha già vinto più di Sarri in 3 anni

da | Giu 18, 2020 | Calcio Napoli

E’ la coppa di Rino Gattuso, un uomo umile che in sei mesi alla guida del Napoli, ha vinto già più di Sarri in 3 anni.

Rino Gattuso, detto “ringhio” una carriera da calciatore, sempre pronto a ringhiare sugli avversari, fa dell’umiltà la base della sua vita. Dopo aver concluso la sua carriera da calciatore, inizia una nuova avventura quella da allenatore, lunga è la trafila per arrivare ad allenare grandi squadre. Dall’11 dicembre 2019 è la guida tecnica del calcio Napoli, Rino prende il posto del suo maestro e amico Carlo Ancelotti ereditando una squadra a pezzi, con pochissima autostima e lontana dagli obiettivi stagionali. Dopo una partenza a singhiozzo, mister Gattuso riesce a ricompattare il gruppo, ricominciando una preparazione atletica come se fosse l’inizio di campionato, parla ad ogni singolo calciatore spiegando le sue ambizioni per il gruppo, trasferendo la sua grinta e la sua idea di calcio. Pian piano si iniziano a rivedere anche i risultati positivi, poi il covid-19 ferma tutto. In questi mesi ogni tesserato della ssc Napoli ha fatto la sua parte, per la ripartenza Rino non vuole passi indietro, ma è costretto ad affrontare una perdita gravissima, non si parla di calcio, di un gioco, ma della vita privata, infatti la famiglia Gattuso perde l’amata Francesca, sorella di Rino, un lutto che è indescrivibile che ti toglie il fiato e ti lascia un vuoto incolmabile.

Prima partita, per la ripartenza del calcio, con l’Inter di Conte, Rino visibilmente commosso dopo aver mandato un bacio al cielo per la sorella prematuramente scomparsa, volge la sua attenzione alla partita, la squadra nerazzurra viene contenuta ed eliminata al San Paolo, poi la finale di Coppa Italia tre giorni dopo contro la nemica sportiva di sempre, la Juventus di mister Sarri costruita per vincere il triplete. Rino e i suoi ragazzi portano a casa la coppa, togliendo alla Juventus e a Sarri la possibilità di conquistare, dopo tanti anni che ci provano, il triplete. Già con questo titolo, mister Gattuso supera il suo predecessore Ancelotti e anche colui che aveva lasciato il Napoli dopo tre anni incredibili dove la squadra azzurra era esaltata per il bel calcio che esprimeva, entrambi senza conquistare alcun titolo. Nei festeggiamenti di ieri sera, l’umiltà di Rino viene ancora fuori, raggruppa squadra e presidente, riferendo parole a quest’ultimo per i suoi ragazzi, infatti se anche restano segrete, a causa dell’assenza di audio in quel momento, dalla risposta di Aurelio De Laurentiis si evince che sia un argomento legato alle multe, lo fa capire la frase “se no vi do i soldi”, poi Rino riprende la parola e rivolge il suo pensiero alla squadra, “avete dimostrato professionalità, carattere, senso di appartenenza, c’è gente che è in scadenza che sta piangendo”, poi continua con un “siete forti”, spostando l’attenzione sulle partite di campionato e di Champions che restano da disputare. Insomma un Gattuso che è riuscito a conquistare la squadra il presidente ed i tifosi, nell’attesa che un uomo umile del sud porti il Napoli a grandi traguardi.

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Notte di stelle a Fuorigrotta tra Napoli e Inter. E di paradossi strani per Conte e Gattuso i loro allenatori, dalle stelle alle stalle in due mesi. Tra i paradossi del calcio di questa stagione a dir poco strana c'è il fatto che l'uscita dell’inter dalla Champions...

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions, sconfitta la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz ed Osimhen nel finale. Il Napoli riprende la marcia verso la Champions League, dopo la prestazione di mercoledì contro la Juventus, dove per la squadra partenopea è...

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all'Allianz Stadium, due dormite difensive regalano il doppio vantaggio ai bianconeri, nel finale accorcia su rigore Insigne ma non basta. Giallo allo stadium, dov'è finita la sala VAR? Allianz Stadium - In scena il tanto tormentato e...

Una panchina per tre

Una panchina per tre

Giorni di valutazioni, di contatti e di futuro. Il Napoli squadra è fermo, causa sosta Nazionale, il Napoli dirigenziale è attivo, molto attivo. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Molti, troppi (alcuni davvero fantasiosi) i nomi venuti fuori in...

Questa volta benedette Nazionali!

Questa volta benedette Nazionali!

Sono tornati tutti gasati gli azzurri prestati alle rappresentative delle loro patrie Questa volta De Laurentiis e Gattuso non possono lamentarsi. Le altre volte lo hanno sempre fatto, soprattutto il presidente, e avevano le loro sacrosante ragioni. Ma ora...

Il Napoli è ora equilibrato

Il Napoli è ora equilibrato

Dopo le due vittorie in trasferta, servono conferme nelle ultime 11 partite Diversamente da De Laurentiis, Gattuso mi ha subito ispirato simpatia e, da allenatore, fiducia. Non solo per la Coppa Italia vinta ma per la brutta gatta da pelare che s’era preso succedendo...

Ma Gattuso era così scarso?

Ma Gattuso era così scarso?

Non è Rinus Michael’s, Cruyff o Fergusson ma è un tecnico completo ed affidabile Sembra proprio che il Napoli si sia svegliato dal letargo invernale con relative amnesie di gioco. L’arrivo ormai imminente della primavera preoccupava i tifosi soprattutto per il...

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

È pronto a ripartire ma la sua assenza, che è durata ormai più di un mese, è stranamente passata sotto silenzio rispetto a quelle di Osimhen e di Mertens. Eppure Hirving Lozano, al momento dell’infortunio, era il vero goleador del Napoli, il valore aggiunto di una...

Il Napoli gioca già sul mercato

Il Napoli gioca già sul mercato

Il ds Cristiano Giuntoli è al lavoro per progettare la squadra del futuro: ecco i nomi sul suo taccuino In questo particolare momento della stagione esistono due Napoli, quello che sul campo tenta di centrare l’accesso alla prossima Champions e quello che lavora per...

Azzurri vittoriosi a San Siro, decide un gol di Politano

Azzurri vittoriosi a San Siro, decide un gol di Politano

Azzurri vittoriosi a San Siro, tre punti fondamentali conquistati contro la seconda in classifica, decide un gol di Politano che rilancia il Napoli in classifica, 10 punti nelle ultime 4 partite e zona Champions a -2 con una partita in meno. Gli azzurri arrivano alla...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te