Napoli, San Biagio Maggiore riapre alla città con l’evento “Memorie.20”

da | Giu 17, 2020 | Cultura&Spettacolo

Sabato 20 giugno, la chiesa del centro storico di Napoli, sede della Fondazione Giambattista Vico, ospiterà il suo primo evento post lockdown, un mix di Filosofia, Arte e Pedagogia

Nel cuore del centro storico, dove i piedi poggiano sulle radici dell’antica Neapolis e gli occhi si lasciano rapire da intrecci di vicoli e tradizioni, sabato 20 giugno, alle 11, prenderà forma Memorie.20, progetto pensato per la riapertura alla città, dopo il lockdown dovuto al Covid 19, della Chiesa di San Biagio Maggiore, sede della Fondazione Giambattista Vico.

Un appuntamento imperdibile costruito attorno ad un’autentica installazione d’arte contemporanea, che spinge a riflettere su storie, filosofie e ricordi. Ma, soprattutto, sulla Cultura.

Ad ispirare l’evento, la citazione di Vico: “La fantasia altro non è che memoria o dilatata o scomposta”.

Riflettori puntati, per l’occasione, su 20 sedie riservate ad altrettanti “personaggi memorabili”, che hanno fatto la storia di Napoli, passati per San Biagio dei Librai, molti dei quali, entrati anche lì, dove il Vico è stato battezzato e suo padre sepolto nella Terra Santa di quella piccola, ma accogliente chiesa, che si erge sulle rovine del tempio di Augusto.

A guidare il pubblico dalla Piazzetta antistante – tra non molto dedicata proprio a Giambattista Vico – fino all’altare, un tappeto rosso pronto ad ospitare le 20 sedie, 10 interne e 10 esterne. Tra i “destinatari” delle sedute, Benedetto Croce, Gaetano Filangieri, Raimondo di Sangro, Eleonora Pimentel Fonseca e Luigia Sanfelice, ma anche Aldo Masullo, Gerardo Marotta, Luciano De Crescenzo, Eduardo De Filippo, Totò e Massimo Troisi. Oltre al “padrone di casa”, Giambattista Vico.  

A firmare il progetto, il direttore artistico della Fondazione Mauro Maurizio Palumbo, anche curatore dell’installazione e dell’evento, che ha deciso abbinare in quest’incontro Arte e Pedagogia, sottolineando l’importanza di una didattica della Memoria e per la Memoria.

All’evento, moderato dal filosofo ambientalista Vincenzo Pepe, prenderanno parte: Luigi Maria Pepe, presidente della Fondazione Giambattista Vico; Maria Coletta, direttore della sede di Napoli della Fondazione Giambattista Vico e monsignor Mariano Imperato, parroco emerito di San Biagio Maggiore. Tra i relatori: Antonio Salierno, presidente della Fondazione Fabozzi e Maria Pia Musella, direttrice didattica della stessa Fondazione. Di Pedagogia teatrale parleranno Nadia Carlomagno, attrice e professore di Pedagogia sperimentale dell’Università Suor Orsola Benincasa ed Alexandre Roccoli, direttore artistico e coreografo.

L’incontro, che prevede in esposizione temporanea anche un’opera site-specific della pittrice Antonietta Lauro, si concluderà con un intervento musicale firmato da Francesca Curti Giardina (voce), Dario Di Pietro (chitarra) e Andrea Bonetti (fisarmonica).

Ingresso libero, secondo le normative vigenti relative al Covid 19.

Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

È passato solo un anno dal debutto di Giovanni Taranto, con “La fiamma spezzata”. Ed eccolo ora riproporsi con un nuovo romanzo, sullo stesso tema, intrighi ed affari della criminalità organizzata vesuviana al vaglio di un investigatore serio e determinato. Siamo...

Freud’s Bones, la psicoanalisi in un gioco

Freud’s Bones, la psicoanalisi in un gioco

La geniale intuizione di Fortuna Imperatore, game designer napoletana laureata in Psicologia A chi poteva venire in mente l’idea di creare un videogioco che avesse per protagonisti Freud e la psicoanalisi? O a un matto o ad un genio, ma sicuramente con l’inventiva e...

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Grande successo per il concerto di musica classica “Note di pace” a Casavatore Grande successo di partecipazione e di pubblico per il concerto di musica classica per violino e pianoforte tenutosi presso la parrocchia di Gesù Cristo lavoratore a Casavatore, intitolato...

Mercoledì la consegna dei premi “Emily Dickinson”

Mercoledì la consegna dei premi “Emily Dickinson”

Mercoledì 8 Giugno, alle ore 15,30, nellʼincantevole cornice di Castel SantʼElmo, a Napoli,si terrà la manifestazione conclusiva della XXVI edizione del Premio Letterario Internazionale “Emily Dickinson”, fondato e presieduto dalla scrittrice e giornalista Carmela...

“Maradò”, le voci del popolo

“Maradò”, le voci del popolo

Nel libro di Anna Copertino, l’universo napoletano del Dios Che cosa non si è scritto e detto di Maradona che ormai non si sappia? Artisti, grandi firme, uomini di cultura e registi ne hanno la grandezza, miseria e nobiltà ma ognuno con la propria idea e l’immagine ed...

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Un evento di un’intera giornata dedicato alla cultura. A Procida” l’isola che non si isola” e che quest’anno sta celebrando il suo essere capitale della cultura l’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio. Un evento che si snoderà in tre momenti, tutti idealmente...

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Le domeniche dal 1° maggio al 5 giugno si terranno cinque concerti di musica dal vivo nei luoghi incantevoli della Campania Napoli – Ercolano – Vico Equense – Sorrento – Ravello. Il Chitarrista Max Puglia (Hermanos, Ruggiero, Buonocore, Gragnaniello, Fò, Hernadez,...

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

L’associazione culturale organizza e promuove anche iniziative sociali a favore dei bisognosi L’associazione culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, ispirata sempre ai principi e finalità...

A tu per tu con Maria Cuono

A tu per tu con Maria Cuono

L’intervista di Noi per Napoli alla scrittrice, giornalista e docente cilentana: una vita per il teatro A tu per tu con Maria Cuono, docente, giornalista e valente scrittrice cilentana. Le abbiamo rivolto qualche domanda per farla parlare di sé, della sua arte e per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te