Lozano svogliato, Gattuso gli fa interrompere l’allenamento. Con il Napoli è finita

Hirving Lozano, acquistato in estate dal Napoli
Hirving Lozano

Oltre ai 42 milioni finiti nella casse del Psv era costato al Napoli quasi altri otto milioni tra commissioni e percentuali ai procuratori. Cinquanta milioni cacciati in contanti da De Laurentiis per esaudire il capriccio dell’allenatore nel quale fortemente credeva, Carlo Ancelotti. Anche se nelle ultime esternazioni ha ora detto che avrebbe dovuto mandarlo via dopo il primo anno fatto solo di delusioni. 

Lozano è stato il calciatore più pagato nella storia del Napoli. E in proporzione al prezzo forse anche il bidone più clamoroso mai ingaggiato dalla società azzurra. Magari avrà anche le sue capacità nascoste. Ma a Napoli sono risultate inespresse. Un’annata tutta da dimenticare, Ancelotti che lo aveva fortissimamente voluto, dopo un po’ di gloria nelle partite iniziali, lo aveva relegato in panchina. Con Gattuso poi ha giocato pochissimo, 136 minuti in 16 partite. Un flop clamoroso.

Ed ora la partentesi napoletana del messicano triste sembra essersi decisamente avviata a conclusione. Ieri, durante l’allenamento, il messicano è apparso svogliato, e Gattuso lo ha cacciato dalla seduta. La stessa sorte toccata ad Allan prima della trasferta di Cagliari.

Ora il problema si ritorce tutto su Giuntoli che dovrà trovare un estimatore per cederlo senza perderci troppo. Impresa quasi al limite dell’impossibile.