Finale di Coppa Italia con Gattuso contro Sarri. Entra in campo Adl: e lo fa a gamba tesa

da | Giu 15, 2020 | Calcio Napoli

Quando il gioco si fa duro, i duri entrano in gioco. E allora eccolo di nuovo in prima linea Aurelio De Laurentiis alla vigilia della finale di Coppa Italia che Gattuso e gli azzurri hanno conquistato. Napoli-Juve o Juve-Napoli, fate un po’ come vi pare, ma mercoledì sera il presidente un altro sfizio contro Sarri, Higuain e i bianconeri vorrebbe proprio toglierselo. E per non farsi mancare niente, nell’intervista concessa al suo aedo preferito, va subito all’attacco per mettere pressione sul suo “vecchio” allenatore senza risparmiargli critiche. Ci va giù duro Adl contro Sarri: “Mi ha tradito per la cosa più volgare, i soldi. E fino all’ultima partita ha portato e creato solo dubbi e incertezze anche con i giocatori”. E’ evidente che l’addio dell’allenatore che lui sente di aver creato e valorizzato gli procura ancora fastidio per il modo in cui Sarri lo ha sedotto e abbandonato.

“L’ho voluto e l’ho preso io e i tifosi, all’epoca, riempirono la città di striscioni contro il sottoscritto. E’ stato lui a tradire anche i napoletani, non io”. Mò, va’ a capire dov’è la verità… Don Aurelio è un furbo di tre cotte e non lascia né cerca alibi anche per il dopo Sarri: “Ancelotti? E’ stato un errore tutto mio. Ho sbagliato anche a confermarlo dopo la prima stagione”.

Nessuna scusa neanche verso se stesso, e nessun alibi concesso all’allenatore più vincente al mondo. Carletto deve averlo deluso parecchio come allenatore e forse non solo. Ma, come recita il proverbio, “al nemico che fugge ponti d’oro”. Ma Adl si è mai davvero chiesto se al tecnico di Reggiolo gli abbia davvero dato i giocatori che lui aveva chiesto per costruire un Napoli internazionale, a cominciare da James Rodriguez? Crediamo di no, perché Don Aurelio, quando parte in quarta, diventa più un Caterpillar che travolge tutto quello che trova sulla sua strada piuttosto che somigliare ad un misurato e convincente uomo d’affari. E soprattutto non ammette contraddittori, con chicchessia. E’ lui, solo lui, l’uomo che ha in pugno e decide presente e futuro dei suoi uomini. Ed infatti anche su Gattuso non si è lasciato pregare per spronarlo, incitarlo, avendogli concessa un’opportunità importante per il suo futuro: “Faccia bene in Coppa Italia e in Champions League, recuperi anche in campionato e potrei offrirgli un contratto più lungo del solito. Perché lui è un guerriero”. Ed anche su Koulibaly, Callejon e Mertens parole ed idee sono quelle di un decisionista con il quale c’è ben poco da trattare.

“Koulibaly vale cento milioni e non lo cedo per un euro in meno. Callejon conosce bene la nostra offerta e la posizione del club sul suo rinnovo. Tocca solo a lui decidere. Mertens, dopo il rinnovo, sa anche che potrebbe in futuro diventare un nostro dirigente”. E’ il solito, incredibile, vulcanico De Laurentiis anche dopo il Coronavirus. La finale di Coppa Italia gli ha restituito grinta e voglia di fare. La terza della sua presidenza potrebbe aprirgli anche le porte per l’Europa e per un’altra supercoppa italiana. D’altra parte, due finali le ha già vinte e, come recita il proverbio, non c’è due senza tre. Battere la Juve, poi, con Sarri in panchina per lui sarebbe davvero il massimo dello sfizio. Alzare un trofeo, il primo dopo il Covid-19 ed in attesa del campionato dove si aspetta un Napoli trasformato in un guerriero dal suo giovane ma combattivo allenatore. Rino Gattuso, l’ennesima scommessa, un’altra “scoperta” voluta da lui da valorizzare e lanciare nel Gota panchinaro con una certezza in più ma che per Adl può diventare anche un impegno d’onore: Gattuso non tradisce e non tradirebbe mai per soldi. Lo ha già dimostrato, eccome. Perché Rino è un uomo d’onore. Vero. E sai che goduria per Don Aurelio De Laurentiis se soprattutto mercoledì sera il suo “Gattuso” battesse di nuovo quel “traditore” di Sarri.

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Notte di stelle a Fuorigrotta tra Napoli e Inter. E di paradossi strani per Conte e Gattuso i loro allenatori, dalle stelle alle stalle in due mesi. Tra i paradossi del calcio di questa stagione a dir poco strana c'è il fatto che l'uscita dell’inter dalla Champions...

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions, sconfitta la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz ed Osimhen nel finale. Il Napoli riprende la marcia verso la Champions League, dopo la prestazione di mercoledì contro la Juventus, dove per la squadra partenopea è...

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all'Allianz Stadium, due dormite difensive regalano il doppio vantaggio ai bianconeri, nel finale accorcia su rigore Insigne ma non basta. Giallo allo stadium, dov'è finita la sala VAR? Allianz Stadium - In scena il tanto tormentato e...

Una panchina per tre

Una panchina per tre

Giorni di valutazioni, di contatti e di futuro. Il Napoli squadra è fermo, causa sosta Nazionale, il Napoli dirigenziale è attivo, molto attivo. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Molti, troppi (alcuni davvero fantasiosi) i nomi venuti fuori in...

Questa volta benedette Nazionali!

Questa volta benedette Nazionali!

Sono tornati tutti gasati gli azzurri prestati alle rappresentative delle loro patrie Questa volta De Laurentiis e Gattuso non possono lamentarsi. Le altre volte lo hanno sempre fatto, soprattutto il presidente, e avevano le loro sacrosante ragioni. Ma ora...

Il Napoli è ora equilibrato

Il Napoli è ora equilibrato

Dopo le due vittorie in trasferta, servono conferme nelle ultime 11 partite Diversamente da De Laurentiis, Gattuso mi ha subito ispirato simpatia e, da allenatore, fiducia. Non solo per la Coppa Italia vinta ma per la brutta gatta da pelare che s’era preso succedendo...

Ma Gattuso era così scarso?

Ma Gattuso era così scarso?

Non è Rinus Michael’s, Cruyff o Fergusson ma è un tecnico completo ed affidabile Sembra proprio che il Napoli si sia svegliato dal letargo invernale con relative amnesie di gioco. L’arrivo ormai imminente della primavera preoccupava i tifosi soprattutto per il...

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

È pronto a ripartire ma la sua assenza, che è durata ormai più di un mese, è stranamente passata sotto silenzio rispetto a quelle di Osimhen e di Mertens. Eppure Hirving Lozano, al momento dell’infortunio, era il vero goleador del Napoli, il valore aggiunto di una...

Il Napoli gioca già sul mercato

Il Napoli gioca già sul mercato

Il ds Cristiano Giuntoli è al lavoro per progettare la squadra del futuro: ecco i nomi sul suo taccuino In questo particolare momento della stagione esistono due Napoli, quello che sul campo tenta di centrare l’accesso alla prossima Champions e quello che lavora per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te