Ci siamo: il calcio riparte. Juve-Milan l’antipasto gustoso di un’estate pallonara

da | Giu 12, 2020 | Calcio Napoli

Riparte il calcio, dando metaforicamente un… calcio al Covid-19, alle paure di contatti non ortodossi e distanziamenti non rispettati, abbracci negati dopo un gol e altre “fantasiose” limitazioni vanificate sicuramente da tackle magari un tantino ancora più morbidi rispetto al solito, abbracci, gomitate e trattenute in area di rigore e duelli aerei con droplet pericolosi, alla faccia dell’ordinanza del presidente della Regione Abruzzo che ha vietato i “contatti” per gli sport di contatto tipo calcetto e basket. Ma si può?

Juventus-Milan è antipasto gustoso e ricco di quello che accadrà da stasera fino ad agosto; la curiosità della ripresa senza pubblico sugli spalti, senza tifo e cori beceri e senza spinta per la squadra di casa ma pur sempre con le immancabili polemiche da campo e da bar che cominciavano a mancarci. È stato, quello del calcio da Covid-19, il calcio dei litigi, delle divisioni, della spaccatura profonda tra Federcalcio, leggi il presidente Gravina, e la Lega di A, delle quarantene “trappole” imposte da virologi e epidemiologi, del “si deve ripartire” contrapposto al “non si deve giocare” di molti presidenti di club.

Gravina ha sciolto a suo favore anche l’ultimo nodo, quello dei 14 giorni di quarantena imposti all’intero gruppo squadra se si fosse verificato anche un solo caso di contagio; non ci sarà più quarantena per tutta la squadra, si potrà giocare e forse, a meno di clamorosi rovesci, questa tribolata stagione 2019-20, di anno bisesto e funesto, andrà finalmente in archivio con tutte le partite giocate, per rimanere, lo stop da Coronavirus, solo un fatto storico da ricordare a futura memoria come evento planetario eccezionale. Il calcio riprende vita e…parola nel modo che gli è più congeniale: facendo correre di nuovo un pallone sul prato, inseguito da 22 giocatori e un arbitro e con le immancabili, inevitabili polemiche su errori di arbitri, gol sbagliati da questo o quel giocatore, scelte errate di allenatori, fuorigioco fischiati a sproposito come gli interventi del VAR sempre a…vantaggio dei più forti e protetti.

Possiamo dirlo senza tema di essere smentiti: ad un certo punto campanilismi e polemiche ci sono mancate, soprattutto quando il virus ha cominciato a manifestare i primi, importanti segni di stanchezza. E finalmente si riprende a giocare, discutere, polemizzare sul “sesso degli angeli” pallonari dopo tre mesi e passa di lockdown sportivo forzato che spesso hanno fatto temere il peggio visto l’andamento malefico di un virus sconosciuto. Certo, restano ancora ben altri i problemi che si porta e si porterà a lungo il Paese dopo il Coronavirus. E lo stesso calcio, senza pallone in campo, spesso ha fatto figure meschine rivelando aspetti “politici” frutto di interessi personali e negativi per l’idea

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della società...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in più che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te