Tempo di lettura: < 1 minuto

I dati confortanti degli ultimi giorni sulla diffusione del contagio hanno indotto il governo a confermare il cronoprogramma delle riaperture. Da lunedì prossimo potranno riaprire i battenti discoteche, cinema, teatri e spettacoli in genere. Ovviamente con la garanzia del rispetto delle regole di cautela imposte

La Conferenza Stato-Regioni ha ribadito le nuove regole che bisognerà osservare approvando le ‘Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative”.

Quanto alle discoteche si potrà ballare a due metri di distanza. La regola principe resta il distanziamento sociale: due metri di distanza in pista da ballo dove si ballerà con mascherina sia al chiuso che all’esterno tutte le volte che non è possibile rispettare la distanza interpersonale di 1 metro. Spicca poi l’indicazione che nei guardaroba, gli indumenti e oggetti personali devono essere riposti in appositi sacchetti porta abiti.

A cinema e a teatro mascherina obbligatoria. In base alla necessità di mantenere il distanziamento di almeno un metro dovranno essere riorganizzati gli spazzi di accesso e di uscita, gli spettatori dovranno sedersi alla distanza di almeno un metro, tranne i familiari. Inoltre l’eventuale interazione tra artisti e pubblico deve garantire il rispetto delle raccomandazioni igienicocomportamentali ed in particolare il distanziamento tra artisti e pubblico di almeno 2 metri. 

Per spettacoli al chiuso, il numero massimo di spettatori è 200, per quelli all’aperto il numero massimo di spettatori è 1.000.