Tempo di lettura: 2 minuti

È stato approvato dalla Giunta regionale della Campania, il Piano di contrasto agli incendi boschivi per il triennio 2020-2022 per il quale sono state già stanziate risorse per 51 milioni 464mila euro.

Il Piano si basa sulla interazione tra tutte le forze in campo e attiva l’intero sistema con oltre 1800 uomini e donne: oltre alle squadre regionali (oltre 100 unità di cui 68 Direttori Operazioni Spegnimento), saranno impegnate le Comunità montane, le Province e la Città metropolitana (con oltre 1000 operatori per l’intervento da terra), Sma Campania (con circa 200 addetti), Vigili del Fuoco e flotta aerea composta da 7 elicotteri.

A supporto saranno operative anche le Associazioni di volontariato con circa 400 volontari disponibili in caso di emergenza.

Già firmati, con ampio anticipo, la Convenzione con i Vigili del Fuoco e l’accordo con le Comunità montane e gli altri enti delegati.

Il Piano redatto dalla Protezione civile Regionale che assume il coordinamento delle attività attraverso le Sale operative, parte dall’analisi dell’andamento dei primi 4 mesi dell’anno e si prepara ad affrontare il periodo di massima pericolosità per gli incendi boschivi, che sarà dichiarato a breve con apposito decreto. Le procedure sono redatte anche in coerenza con le misure per il distanziamento sociale e prevenzione relative all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Gli elicotteri assicureranno copertura all’intero territorio (1 mezzo per ciascuna provincia più due di supporto ad eventuali emergenze).

Attraverso i dati forniti dai Carabinieri Forestali e dall’analisi degli incendi boschivi in Campania negli ultimi dieci anni (2009-2019), è stato possibile realizzare molteplici elaborazioni statistiche che hanno portato all’aggiornamento della cartografia, al fine di strutturare una strategia complessiva di contrasto e definire i territori sui quali potenziare la distribuzione dei Direttori delle Operazioni di Spegnimento (DOS) e di tutte le squadre operative.

Particolare attenzione è stata riservata alle pianificazioni antincendio dei Parchi e delle aree Protette della Campania.