Tempo di lettura: < 1 minuto

I Carabinieri della Tenenza di Caivano hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni e sequestro di persona un 36enne del posto già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo, era stato sottoposto agli arresti domiciliari sulla base di un provvedimento del tribunale di Modena per maltrattamenti commessi in quella città ai danni della sua ex compagna. Stava scontando la pena a casa della madre, al Parco Verde: la convivenza si è rivelata assai complicata fin dall’inizio.

La situazione è degenerata. L’anziana madre è  stata costretta a fuggire di casa e trovare riparo presso l’abitazione di una vicina: lì ha chiamato i Carabinieri ed ha chiesto aiuto.

La donna, visibilmente scossa ma confortata dalla presenza dei militari, ha riferito che poco prima era stata aggredita dal figlio che aveva danneggiato i mobili di casa e le aveva stretto le mani al collo. La donna è stata anche minacciata ed il figlio le ha impedito più volte di uscire dall’appartamento.

Approfittando di un momento di distrazione la malcapitata è riuscita a scappare rifugiandosi dalla vicina. L’ira dell’uomo emergeva ogni qualvolta parlava al telefono con l’ex compagna dando sfogo alla sua frustrazione nei confronti della madre. L’anziana è ricorsa alle cure dei sanitari del 118 allertati dai carabinieri: soffre di uno stato ansioso e contusioni varie guaribili in 15 giorni. L’uomo è stato arrestato e tradotto al carcere.