Medici di base, assegnati 300 posti in Campania. Ciaramella (Pd): “Sanità territoriale più forte, anche per la lotta al Covid 19»

da | Giu 9, 2020 | Cronaca

«L’emergenza coronavirus ha fatto emergere l’importanza della medicina di base e territoriale, quale primo punto di riferimento del Servizio sanitario nazionale per i cittadini. Le regioni in cui questa rete è più strutturata, infatti, hanno retto meglio alla pandemia, isolando sul nascere i focolai di contagio e riducendo quelli che si sono sviluppati in ambito ospedaliero. È importante quindi segnalare che la Regione Campania ha avviato l’assegnazione degli ambiti carenti 2018, mettendo finalmente a disposizione medici di base, non più a tempo determinato, in zone in cui erano assenti o carenti, purtroppo da molto tempo». Ad affermarlo è la consigliera regionale del Partito democratico Antonella Ciaramella, che aggiunge: «Nelle prossime settimane, terminata la procedura per eventuali correzioni sui punteggi in graduatoria, tanti giovani medici prenderanno servizio in zone che erano sprovviste di medici di medicina generale. Entro il 30 settembre, saranno inoltre assegnati gli ambiti carenti 2019, e stiamo lavorando, anche con l’aiuto della digitalizzazione, con l’obiettivo di pubblicare poi i bandi per l’assegnazione di quelli relativi al 2020, in modo da recuperare definitivamente un ritardo pluriennale che privava centinaia di migliaia di famiglie campane della possibilità di avere un medico di riferimento».

Il provvedimento interessa centinaia di medici precari: tra nuove assunzioni (la gran parte), e trasferimenti (sia all’interno della regione, ma soprattutto verso la Campania da parte di medici costretti, negli anni passati, a trovare lavoro in altre regioni), saranno quasi 300 i posti assegnati per sopperire alla carenza di medici di famiglia o di guardia medica previsti per il biennio 2018/2019. Per il 2020, inoltre, si stima un fabbisogno di ulteriori nuovi medici che dovrebbe oscillare tra le 150 e le 200 unità.

Ciaramella sottolinea come questo fondamentale comparto della sanità rischiasse il collasso non solo a causa dell’emergenza coronavirus ma anche per i numerosi pensionamenti attesi nei prossimi mesi e anni. «Nei prossimi giorni – conclude la consigliera – si concretizzerà, quindi, una battaglia di civiltà a cui ho partecipato in prima linea, con un lavoro che è stato svolto di concerto con sindacati, Asl e comitati, e che è stato accolto dalla giunta. Un lavoro che assicurerà ai cittadini una sanità migliore, più vicina e veloce, e anche una prospettiva lavorativa stabile per tantissimi giovani medici precari, attualmente penalizzati anche dal fatto che le convenzioni vengono assegnate con un carico medio di 1.800 pazienti, mentre la normativa nazionale prevede un limite di 1.100 che, se applicato, garantirebbe una maggiore capillarità della rete di medicina territoriale».

Il gioco legale riparte. Con uno sguardo già al futuro

Il gioco legale riparte. Con uno sguardo già al futuro

Sicurezza, occupazione, esperienza di gioco. Ecco le tre risposte che il gambling italiano deve dare al futuro. Da quando per la prima volta, per contrastare la diffusione della pandemia Covid 19, i lavoratori del settore del gioco legale hanno dovuto tirare giù la...

Vomero, donna muore in un incendio

Vomero, donna muore in un incendio

Allarme al Vomero attorno alle 12 vigili del fuoco ambulanze e forze dell'ordine dirette verso piazza Fuga. Angoscia dei genitori con i figli che anche stamattina nelle vicine scuole. Una donna 94enne è morta carbonizzata. Al momento si sa che l'incendio era in una...

“Libera il tuo segreto”, un progetto per tutelare i più deboli

“Libera il tuo segreto”, un progetto per tutelare i più deboli

Vaccinarsi contro il Covid in farmacia a Napoli è già realtà ma da oggi, grazie all’iniziativa privata, nei locali della “Croce verde” si potranno “curare” anche il disagio e la solitudine delle persone più deboli. L’idea è semplice e nasce dalla sinergia tra la...

Casalnuovo, attraversa i binari con il passaggio a livello chiuso

Casalnuovo, attraversa i binari con il passaggio a livello chiuso

Nei giorni scorsi un uomo è rimasto ferito a un passaggio a livello nei pressi della stazione di Casalnuovo. All’arrivo della chiamata alla Sala Operativa del Compartimento Polfer di Napoli si è subito attivata la macchina dei soccorsi: sul posto è giunto personale...

Restituire la fiducia ai giovani

Restituire la fiducia ai giovani

di Cinzia Rosaria Baldi * Intervista a Emilia Narciso neo presidente Unicef Campania L’Unicef  Italia in questi giorni  festeggia  i trent’anni dalla ratifica nel nostro Paese della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, diritti messi direttamente...

Napoli, completato il progetto esecutivo del Lungomare

Napoli, completato il progetto esecutivo del Lungomare

È stato completato e consegnato all’Amministrazione Comunale il progetto esecutivo del Lungomare di Napoli, dal titolo "Riqualificazione ciclo-pedonale del Lungomare di Napoli, tratto compreso tra Piazza Vittoria e il Molosiglio". Il progetto, esito di una gara...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te