Ferirono la piccola Noemi. Il Pm chiede 20 anni di carcere per i fratelli Del Re

da | Giu 9, 2020 | Cronaca

La sua vicenda tenne l’Italia con il fiato sospeso per molti giorni. E alla fine riuscì a salvarsi grazie alle cure straordinarie prestategli dai medici del Santobono. Per il ferimento della piccola Noemi oggi il pm Rossi e Fratello hanno chiesto la condanna a venti anni di reclusione per i fratelli Antonio e Armando Del Re, che secondo l’accusa organizzarono l’agguato a Salvatore Nurcaro a piazza Nazionale. A sparare, sempre secondo l’accusa fu Armando Del Re, che però non riuscì nell’intento di eliminare la vittima designata, solo ferita. La piccola Noemi che stava transitando proprio sulla traiettoria dei colpi, fu ferita gravemente. Salvatore Nurcaro, che all’epoca aveva 37 anni, era stato “condannato” perché aveva tentato di “invadere”, con la richiesta del pizzo, le piazze di spaccio del bronx di San Giovanni. Uno sgarro che la camorra non perdona. L’agguato avvenne il 3 maggio dell’anno scorso, la piccola Noemi, fu colpita al torace mentre passeggiava sotto casa assieme alla nonna.  Gli inquirenti hanno identificato in Armando Del Re l’esecutore materiale della sparatoria, mentre il fratello Antonio si sarebbe occupato del supporto logistico e della fuga. Nel procedimento a carico dei due fratelli per i fatti di piazza Nazionale, il Comune di Napoli ha deciso di costituirsi parte civile.

Nel processo Salvatore Nurcaro, è accusato per spaccio di droga e racket: nel tentativo di recuperare delle somme di denaro per onorare un debito nei confronti di un membro del clan Formicola, avrebbe provato ad imporre il pizzo sulle piazze di spaccio controllate dai Mazzarella.

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Controlli a tappeto anche sull’isola di Ischia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli. I militari della Compagnia locale hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli. Quindici le contravvenzioni notificate: gran...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te