Vomero, a piazza Immacolata una panchina rossa per Arianna Flagiello, vittima di femminicidio

da | Giu 8, 2020 | Cronaca

Domani, martedì 9 giugno, alle ore 10, presso piazza Immacolata, l’assessore alle Pari Opportunità Francesca Menna, l’assessore ai Giovani e ai Lavori Pubblici Alessandra Clemente e l’assessore all’Arredo Urbano Luigi Felaco ed il presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca, interverranno con la famiglia Flagiello all’inaugurazione della panchina rossa in memoria di Arianna Flagiello, vittima di femminicidio. L’iniziativa, su proposta della famiglia e promossa dalla consigliera municipale Paola Del Giudice e dalla criminologia Antonella Formicola, si tiene simbolicamente nella data della nascita di Arianna e nel quartiere nel quale lei è cresciuta e viveva.

Pochi giorni fa è stata emessa la sentenza che ha condannato a 22 anni di reclusione Mario Perrotta, l’ex compagno di Arianna Flagiello. Arianna, a soli 32 anni, il 19 agosto 2015, si lanciò dal balcone del quarto piano del palazzo dove abitava, a Napoli, dopo una lite con il compagno. I giudici hanno ritenuto, con sentenza di primo grado dello scorso maggio, che Arianna si sia tolta la vita dopo continui maltrattamenti psicologici e fisici che, logorando continuamente la sua persona, l’hanno indotta al suicidio. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Napoli. L’amministrazione ha voluto fortemente realizzare e supportare la volontà della famiglia Flagiello, creando un simbolo in memoria di Arianna e per tutte le vittime di femminicidio della nostra città come monito per il presente.

All’inaugurazione parteciperanno la sorella di Arianna,Valentina Flagiello, i genitori Angiola Donadio e Sebastiano Flagiello, la criminologa  Antonella Formicola e Maria Lippiello, coordinatrice regionale stati generali delle donne.

Siamo grati a tutti coloro che hanno accolto con amore e sensibilità questa iniziativa in memoria di Arianna.Da adesso lei è sarà figlia e sorella di tutta questa splendida città”, ha dichiarato la famiglia Flagiello.

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Controlli a tappeto anche sull’isola di Ischia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli. I militari della Compagnia locale hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli. Quindici le contravvenzioni notificate: gran...

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Il progetto internazionale "Il Giardino della Memoria" si è svolto il  22 giugno nella città di Napoli (Italia), nel giorno del "Ricordo e dolore", in occasione dell'80° anniversario dell'inizio della Grande Guerra Patriottica.  Il Consolato Onorario della Federazione...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te