Napoli, si cerca la spalla perfetta per Mertens: Adl vuole Osimhen, Gattuso sogna Immobile

da | Giu 5, 2020 | Calcio Napoli

Chi affiancherà Mertens? Questo è il dubbio in casa Napoli.

La società azzurra è alla ricerca di un attaccante che possa affiancare il belga nella prossima stagione e che possa prenderne il posto in quelle seguenti.

I nomi accostati alla società partenopea sono tanti, si va da Azmoun (che piace tantissimo a Giuntoli), Osimhen, stella nigeriana del Lille che piace maledettamente a De Laurentiis, mentre Gattuso, potesse scegliere, prenderebbe tutta la vita Immobile. Insomma, nel ruolo che oggi è di Arek Milik, ci sono tre desideri diversi.

A spuntarla, in questa corsa, però, potrebbe essere il classico “MisterX”. Tranquilli, per Mister X non si intende il cattivo della “Tana delle Tigri” che cercava di sconfiggere Naoto Date (l’uomo Tigre) del celebre Manga giapponese degli anni settanta, ma quel giocatore di cui al momento nessuno ha parlato, ma che la dirigenza del Napoli sta seriamente valutando.

Le ultime, arrivano da uno dei campionati che sforna il maggior numero di talenti, ossia l’Eredivisie, la Serie A olandese.

Nelle ultime ore avanza con insistenza la candidatura di Donyell Malen, stellina olandese del Psv. I rapporti con il club di Eindhoven sono ottimi, la scorsa estate Napoli e Psv portarono a termine l’affare Lozano (affare fino a questo momento solo per il club olandese) e non è da escludere che in questa stagione la storia potrebbe ripersi.

Per carità, non si tratta di un affare semplice. E’ vero che le parti in causa sono le stesse (Napoli, Psv e Mino Raiola, agente del ragazzo) ma le cifre, dopo la pandemia, rendono tutto maledettamente più complicato. Il club olandese al momento non tratta il suo gioiello per meno di 50 milioni, il Napoli non ha intenzione di andare oltre i 40.

Ma in questi dieci milioni di euro, potrebbe esserci il profilo giusto. Restando sempre in Olanda, c’è una squadra, composta da gioviani talenti (cosa che Adl ama), che stava contendendo il titolo di campione all’Ajax, L’Az Alkmaar.

Nell’Az ci sono due giovani stelle che gestisce Raiola -manco a dirlo- e sono due profili che calzano a pennello con le esigenze tecniche ed economiche del Napoli. Stiamo parlando di Calvin Stengs, promettente ala destra che andrebbe a sostituire il partente (?) Callejon, ma soprattutto il “Tulipano Nero” Myron Boadu.

Boadu, classe 2001, è uno dei talenti più luccicanti del calcio olandese. Ha fatto tutta la trafila delle giovani della nazionale Orange, dall’Under 15 fino alla Nazionale maggiore con la quale ha anche segnato una rete al suo esordio.
E’ lui la punta di diamante che ha permesso all’Az di scalare tutte le posizioni dell’Eredivisie, fino ad arrivarne sulla vetta. Quattordici reti in ventiquattro gare, e come molto spesso accade, tutti gli occhi delle Big addosso.

Nonostante la giovane età, il ragazzo ha le idee chiarissime sul suo futuro, ed a gennaio ha rispedito al mittente le avance dell’Arsenal. Qualcuno potrebbe chiedersi perché? La risposta è semplice.  Perché nei Gunners sarebbe stato una riserva e lui ha una maledetta voglia di giocare, segnare e conquistarsi un posto ai prossimi Europei.

Ecco che allora, piuttosto che Malen, il Napoli potrebbe chiedere aiuto all’amico Mino, per arrivare primo nella corsa a Boadu. La società azzurra, ha tutto quello di cui il ragazzo ha bisogno. Grandi obiettivi per la prossima stagione, palcoscenico europeo (almeno al momento) un tecnico grintoso che tende a far rendere la massimo i suoi uomini, ed un compagno di reparto-Mertens- da cui apprendere i segreti per migliorarsi e diventare ancora più cattivo sotto porta.

Napoli-Boadu è un’ipotesi al momento, ma questa ipotesi ben presto potrebbe trasformarsi in trattativa che renderebbe felici tutte le parti in causa.

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te