Coronavirus, il virologo Crisanti: “Sparito? Una follia. Fa bene l’Austria a non riaprire. Invece noi…”

da | Giu 5, 2020 | Cronaca

“Non me lo spiego, è un atteggiamento ‘sportivo’ nei confronti del virus. È una follia”. Commenta così Andrea Crisanti, direttore di Microbiologia e Virologia all’università di Padova, nel corso della trasmissione Agorà, su Rai3, le recenti affermazioni di chi vede ormai lontano e scampato il pericolo del Covid-19, come Zangrillo che ha dichiarato che “clinicamente non esiste più”.

“Se Zangrillo fosse andato a Vo’ Euganeo la prima settimana di gennaio – spiega Crisanti – avrebbe detto che il virus clinicamente non esisteva e poi avrebbe visto cosa ha fatto… Questo virus ancora non lo comprendiamo bene, non comprendiamo perché c’è un numero così elevato di asintomatici e non comprendiamo perché a un certo punto, raggiunta una soglia critica, le persone cominciano ad ammalarsi in modo così grave e con conseguenze così devastanti. In questo momento c’è poca trasmissione, ma non significa che non c’è pericolo. Non esiste il rischio zero in questo momento”.

Interpellato poi sulle restrizioni imposte dagli altri Paesi all’ingresso degli italiani Crisanti appoggia la scelta dell’Austria di non riaprire per il momento al Belpaese “perché ci sono ancora un sacco di casi”. E al contempo ritiene rischiosa la posizione del nostro Paese: “Dovremmo stare attenti nei confronti degli Usa e del Sud America – sottolinea Crisanti – . E anche sui Paesi europei bisognerebbe fare delle differenze, stabilire dei criteri come misurare la temperatura, fare il tampone e fare in modo che tu sia rintracciabile, e se sei positivo stare in isolamento. Non è che si può riaprire tutto così”. 

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vomero, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Alessandro Scarlatti, sono stati avvicinati da un addetto alla vigilanza di un negozio di abbigliamento il quale ha raccontato che, poco prima,...

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Dieci anni trascorsi mettendo al centro le storie, i volti, le esperienze e i bisogni delle persone a ridotta mobilità e con disabilità. L'impegno del Gruppo FS su questo fronte si è concretizzato anche grazie alle Sale Blu di Rete Ferroviaria Italiana, un servizio di...

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Agenti della polizia locale dell’unità di San Lorenzo, coadiuvati dagli operai della Napoli Servizi, sono intervenuti in vico grotta della Marra, a due passi dalla Curia di Napoli, rimuovendo 65 paletti installati abusivamente da ignoti sul suolo pubblico. “Il nostro...

“Reggimento Immortale” in Italia, domani la marcia on line

“Reggimento Immortale” in Italia, domani la marcia on line

Nelle difficili condizioni della Pandemia Globale, la processione "Reggimento Immortale" in Italia è stata organizzata in un formato online. I coordinatori dei Reggimenti Immortali delle 16 città italiane di Roma, Milano, Napoli, Bari, Genova, Verona, Bologna, Udine,...

Pozzuoli, pornografia minorile: arrestato 27enne

Pozzuoli, pornografia minorile: arrestato 27enne

I militari della Stazione Carabinieri di Monteruscello, in esito a una perquisizione delegata dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Palermo a seguito di una denuncia sporta dai genitori di un minore presso la Stazione di Palermo Borgo Nuovo, hanno tratto in...

Napoli, piazza Amedeo: tenta una rapina. Fermato

Napoli, piazza Amedeo: tenta una rapina. Fermato

Martedì scorso gli agenti del Commissariato San Ferdinando, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti all’interno della stazione metropolitana di piazza Amedeo per la segnalazione di una tentata rapina commessa da un uomo armato di un coccio di...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te