Tempo di lettura: < 1 minuto

Il turismo è certamente tra i settori in assoluto più colpiti dalla pandemia. Albergatori, ristoratori, esercenti stabilimenti balneari e termali sono in gravissime difficoltà, in tutto il mondo. Ma lo sono anche in Campania, regione tradizionalmente votata all’ospitalità.

Una ventata d’ossigeno potrebbe però derivarci da un favoloso assist che proviene dal più autorevole quotidiano americano, il New York Times, che promuove la Campania, ritenendola uno dei posti più sicuri per gli americani che vorranno, nonostante la tragedia che si è abbattuta anche sul loro Paese, trascorrere un periodo di vacanza all’estero quest’estate. E in particolare viene caldeggiata la costiera amalfitana. Ma in genere è consigliato comunque tutto il Sud dell’Italia.

Il quotidiano analizza i casi di contagio e le norme imposte dal governo o dalla Regione e conclude che con la riapertura delle frontiere venire qui in vacanza significa affrontare un bassissimo rischio di contagio.

Gli altri paesi consigliati come Covid free sono Australia, Nuova Zelanda, Grecia, Portorico, Francia, Singapore e Hawai.

Naturalmente un assist del genere non poteva sfuggire a De Luca, che ha subito commentato sui social: “In questo articolo, il New York Times individua la Costiera Amalfitana – e in generale la Campania e tutto il Sud Italia – tra le dieci località nel mondo che questa estate possono tornare ad essere meta turistica grazie ai numeri molto bassi dei contagi. Stiamo riaprendo tutto: vogliamo promuovere il turismo nella nostra bellissima regione, garantendo il massimo standard di sicurezza.
Campania Divina, Campania Sicura”.