Ha vinto l’Inter: la semifinale con il Napoli al San Paolo anticipata al 13 giugno

da | Mag 30, 2020 | Calcio Napoli

Fare i capricci ogni tanto paga. E questa volta l’ha spuntata l’Inter, che aveva minacciato di mandare in campo al San Paolo, per la semifinale contro il Napoli la squadra della Primavera se non fosse stata anticipata la partita. E così è stato. La Lega ha accettato la richiesta e avuto il consenso dal governo, vengono anticipate le due semifinali. Juventus-Milan si giocherà il 12 e Napoli-Inter il 13 giugno, alle 20.45 al San Paolo, vuoto. L’Inter aveva motivato la sua presa di posizione sulla base che tour de force che l’avrebbe attesa per dieci giorni: semifinale di ritorno di Coppa Italia contro il Napoli, eventuale finale, recupero di campionato con la Sampdoria e prima giornata del campionato di calcio contro il Sassuolo. Tutto vero, ma impostato sulla presunzione di dover giocare la finale di Coppa, cosa del tutto improbabile considerando che i nerazzurri hanno perso a San Siro il match di andata, sconfitti dal Napoli con il celebrato gol di Fabian Ruiz, una delle pochissime cose buone fatte vedere quest’anno dallo spagnolo.

 Intanto si sta definendo nei particolari l’organizzazione del calendario. Si scenderà in campo anche di lunedì e di venerdì, secondo il progetto della Lega. Verranno accontentate le televisioni, alle quali saranno garantite almeno tre partite in prima serata per ogni giornata di campionato e, utilizzando più finestre, si eviteranno gare in contemporanea.  C’è poi da risolvere il nodo orari: nei giorni in cui ci sarà in programma una sola partita, il fischio d’inizio sarà alle 20.45 o alle 21. Per gli altri, invece, ci potranno essere più finestre, a seconda del numero di gare previste.

Durante la settimana, saranno al massimo due, con slot da scegliere tra le 19 e le 21, o le 19.15 e le 21.15, oppure ancora le 19.30 e le 21.30. Il sabato e la domenica, invece, le finestre diventeranno tre. E, al momento, si tratta delle 17.15, delle 19.30 e delle 21.45. Ma l’Aic continua a contestare lo slot pomeridiano. Inoltre, i club di A continuano a scartare l’ipotesi di ricorrere a playoff e playout: l’alternativa, in caso di nuovo stop, resta la cristallizzazione della classifica.

Leggi anche: Napoli tra Coppa Italia e rimonta Champions

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della società...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in più che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te