Tempo di lettura: < 1 minuto

Mentre a Napoli, durante l’emergenza Covid-19, i cittadini hanno rispettato le norme anti-contagio e non si sono registrati né scontri con le forze di polizia né situazioni di disordine pubblico, lo stesso non si può dire di diverse realtà del Nord Italia. Solo che non trattandosi di Napoli, queste notizie non hanno fatto il giro del mondo. Come i disordini (una sorta di rivolta anarchica) registrati a Torino a metà aprile quando la polizia ha arrestato sei persone, due per rapina e quattro per resistenza a pubblico ufficiale. Nel bilancio degli scontri ci finiscono anche i sei agenti di Polizia feriti.

Le tensioni, come riporta l’agenzia Adnkronos, si sono verificate il pomeriggio del 19 aprile nella periferia nord del capoluogo piemontese. Dovranno rispondere di rapina due giovani marocchini, un 36enne e un 28enne, accusati di aver strappato una catenina d’oro dal collo di un anziano. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori uno dei due, dopo aver rubato la catenina è stato raggiunto da un complice che gli ha dato una bicicletta per permettergli di scappare.

La vittima ha, però, subito chiamato il 112 e dalla descrizione fornita gli agenti hanno individuato i due presunti autori ma mentre stavano per arrestarli sono stati aggrediti da una cinquantina di persone, alcuni riconducibili agli ex appartenenti all’asilo occupato di via Alessandria, altri extracomunitari e di etnia Rom, per impedire l’arresto.

Sul posto sono giunti di rinforzo altri agenti che hanno identificato i presenti e 4 di loro, due donne e due uomini, sono stati arrestati per resistenza.

In totale, una quarantina le persone sanzionate dalla polizia per aver violato le misure del Dpcm connesse all’emergenza Coronavirus che vietano l’uscita da casa se non per ragioni di stretta necessità.

Ecco il video: