Il Covid-19, la rapina e la rivolta contro la Polizia a Torino. Ma se non succede a Napoli non fa notizia…

da | Mag 29, 2020 | Cronaca

Mentre a Napoli, durante l’emergenza Covid-19, i cittadini hanno rispettato le norme anti-contagio e non si sono registrati né scontri con le forze di polizia né situazioni di disordine pubblico, lo stesso non si può dire di diverse realtà del Nord Italia. Solo che non trattandosi di Napoli, queste notizie non hanno fatto il giro del mondo. Come i disordini (una sorta di rivolta anarchica) registrati a Torino a metà aprile quando la polizia ha arrestato sei persone, due per rapina e quattro per resistenza a pubblico ufficiale. Nel bilancio degli scontri ci finiscono anche i sei agenti di Polizia feriti.

Le tensioni, come riporta l’agenzia Adnkronos, si sono verificate il pomeriggio del 19 aprile nella periferia nord del capoluogo piemontese. Dovranno rispondere di rapina due giovani marocchini, un 36enne e un 28enne, accusati di aver strappato una catenina d’oro dal collo di un anziano. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori uno dei due, dopo aver rubato la catenina è stato raggiunto da un complice che gli ha dato una bicicletta per permettergli di scappare.

La vittima ha, però, subito chiamato il 112 e dalla descrizione fornita gli agenti hanno individuato i due presunti autori ma mentre stavano per arrestarli sono stati aggrediti da una cinquantina di persone, alcuni riconducibili agli ex appartenenti all’asilo occupato di via Alessandria, altri extracomunitari e di etnia Rom, per impedire l’arresto.

Sul posto sono giunti di rinforzo altri agenti che hanno identificato i presenti e 4 di loro, due donne e due uomini, sono stati arrestati per resistenza.

In totale, una quarantina le persone sanzionate dalla polizia per aver violato le misure del Dpcm connesse all’emergenza Coronavirus che vietano l’uscita da casa se non per ragioni di stretta necessità.

Ecco il video:

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

Violenza sulle donne, il segnale di sos

Violenza sulle donne, il segnale di sos

di Cinzia Rosaria Baldi * #SignalForHelp: l’hashtag indica il pericolo di violenza Sembra quasi un saluto, le quattro dita aperte verso l’alto con il pollice della mano piegato verso il palmo, poi di seguito le quattro dita si chiudono: è il segnale in codice per...

Vomero, controlli e sanzioni nelle zone della movida

Vomero, controlli e sanzioni nelle zone della movida

Lo scorso fine settimana gli agenti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e gli agenti della Polizia Metropolitana, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania e...

Biglietti Unico, la protesta di Giraservice

Biglietti Unico, la protesta di Giraservice

Continua la protesta dei lavoratori Giraservice che ieri hanno manifestato sotto la sede della Regione a Palazzo Santa Lucia contro la decisione del Consorzio Unico Campania di rescindere dal prossimo primo aprile il contratto con la loro società, da oltre 25 anni...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te