Tempo di lettura: 2 minuti

Anche Ischia, lentamente, si prepara a riaprire e ad accogliere i suoi turisti. Nel primo week end libero ci sono stati solo gli arrivi dei proprietari delle seconde case. Con gli alberghi ancora quasi tutti chiusi e l’impossibilità di arrivare da altre regioni era prevedibile un afflusso moderato. Ma molti albergatori e molti ristoratori si stanno attrezzando e stanno predisponendo all’interno dei loro locali le condizioni di sanificazione e di rispetto del distanziamento in previsione dell’apertura. Un solo ristorante per ora è aperto sulla riva destra, c’è un po’ di vivacità maggiore ad Ischia ponte. Certamente questo secondo week end farà registrare un maggior numero di arrivi.

In attesa dell’arrivo che dovrebbe registrarsi ovviamente dopo il 3 giugno dell’ospite più atteso, che potrebbe fare da grande traino anche per i suoi compatrioti. Si tratta della cancelliera Angela Merkel, che ha preannunziato la sua intenzione di tornare in vacanza nell’isola verde.

“Siamo davvero contenti all’idea che la cancelliera Merkel possa tornare questa estate a Sant’Angelo”, ha commentato il sindaco di Serrara Fontana, Rosario Caruso, a proposito della volontà di Angela Merkel di tornare in vacanza ad Ischia.

La cancelliera ha espresso il suo desiderio nel corso di una telefonata con David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo che ha riferito la notizia in una intervista a La Stampa. La Merkel, ha riferito Sassoli, “non vede l’ora di tornare in vacanza ad Ischia” anche se chiaramente non sono state indicate date. La Merkel viene in vacanza nel caratteristico borgo isolano da anni ed intrattiene rapporti di amicizia con diverse famiglie del luogo. “Siamo pronti ad accogliere di nuovo tanti ospiti ma con Angela Merkel c’è un rapporto speciale, è ormai una amica che vorremmo riabbracciare dopo questa terribile esperienza del coronavirus” ha concluso Caruso.

La Merkel però dovrà scegliersi un altro albergo, rispetto a quello di Sant’Angelo dove tradizionalmente si reca. Sembra infatti che il Miramare non apra, almeno per il momento. Ma non le sarà difficile, tutti farebbero a gara pur di poterla ospitare.

In ottica riapertura da segnalare che intorno a metà giugno riapriranno alle visite il castello aragonese e i giardini La Mortella, due luoghi simbolo del turismo ischitano.