Regione che vai, ordinanza che trovi: i proverbi giuridici napoletani

da | Mag 22, 2020 | Cultura&Spettacolo

“Meglio un mal’accordo che una causa vinta”, meglio un cattivo accordo che intestardirsi in una faticosa  lotta  giudiziaria – dicevano gli antichi –  e il consiglio sembrerebbe valere  ancor più oggi che il cittadino deve attendere un numero imprevedibile di anni per  una sentenza che arriva quasi sempre fuori tempo massimo per tutelare i suoi diritti. Il motto è tratto da un appunto  sui proverbi giuridici napoletani del compianto Giuseppe Cicala,  docente della Federico II. Principio che trova la sua  formula legislativa nelle norme che prescrivono al giudice di conciliare le parti (artt. 185,320 Cpc).

 Tra la saggezza napoletana e la suprema sintesi delle massime latine. “Voce ‘e populo,  voce ‘e  Dio” alias “Vox populi,  vox Dei”: il giudice può, senza bisogno di prove,  porre a fondamento delle sue decisioni le nozioni di fatto che rientrano  nella comune esperienza (art.  115 Cpc).

L’errore è causa di annullamento del contratto quando è essenziale ed è riconoscibile dall’altro contraente (art. 1428 Cc).  Esempio: “Hé  pigliato o campanile d’o Carmine per nu cuoppo d’aulive”. Oppure: “Hé pigliato ‘ o stipo pe  don Rafele”…

L’oggetto del contratto deve essere possibile (art. 1346 Cc) a pena di nullità (art.  1418 Cc). Ad impossibilia nemo tenetur.  E il napoletano ironizza: “Chisto è suonno, gioia ‘e zi’ prevete!”.

Gli impegni vanno mantenuti: “Ogne prumessa è diebito”.  La massima“Paese ca vaje, usanze ca truove” poi segnala anche l’efficacia di certe ordinanze locali legate a caratteristiche ed esigenze territoriali.

“Tre so’ ‘e putiente: ‘o Papa,  ‘o rre e ‘a  capa e zì Vicienzo”: l’immunità civile del “pezzente” dell’antica Roma si è tramandata e si evince (ex contrario) dalla norma che stabilisce: “Il debitore risponde all’adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri” (art. 2740 cc).  In altri termini “chi nun tene niente,  nun tene che perdere”.   E il pensiero  va a certi parcheggiatori abusivi che se ne infischiano delle multe perché nullatenenti…

“Chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ha dato”:  quando due persone sono obbligate l’una verso l’altra, i due debiti si estinguono per le quantità corrispondenti  (art 1241 CC).

La funzione delle date per sostenere in modo equo i pesi del matrimonio (art 177 Cc)  è sottintesa  così in napoletano: “A bella senza dote trova cchiù amante che marite”.  Concetto  superato. Ma il tempo è un fattore che conta molto nel Diritto (ogni atto è regolato dalla normativa vigente nel momento in cui  è stato compiuto;  inoltre,  un diritto più solido spesso è collegato a una priorità temporale… ). E poi: “A muscezza nun leva ‘e diebbete”.

La responsabilità penale è personale” (art 27 Costituzione), in napoletano: “ Chi ha peccato,  pava ‘a penitenza”. Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di difendere un diritto proprio o altrui (art. 52 Cp e artt. 2044-5 Cc): “Cosa fatta à forza  nun è guapparia”.

La sottoposizione degli organi dello Stato alla legge è formulata nel proverbio “Chi fa a legge,  l’hadda rispettà”. E infine, secondo Cicala, Diritto non è sinonimo di Giustizia. La utilità a volte influisce sulla norma.  Cinico il proverbio “Santo Mangione è nato primma ‘e San Giusto”.

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Tra misteri e leggende Bisogna cercarla con gli occhi, percorrendo la Tangenziale, dall’altezza di Corso Malta in poi e fino a poco prima dell’imbocco della galleria di Capodimonte. Si staglia sulla sinistra e svetta nel nugolo di costruzioni che l’hanno avviluppata...

“Il  mio incontro col male”

“Il mio incontro col male”

Parlano i sacerdoti esorcisti. Squarci su un mondo misterioso Uno degli inganni del Maligno sarebbe quello di far credere che non esiste. Secondo altri Satana sarebbe una proiezione della mente per deresponsabilizzarci rispetto a comportamenti inaccettabili (la lotta...

De Maio e Lupoli tra belcanto e solidarietà

De Maio e Lupoli tra belcanto e solidarietà

ll soprano e il tenore dell’associazione Noi per Napoli impegnati in numerosi progetti artistici e sociali L’associazione Culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti, direttori artistici, il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli (nella foto),...

Un vademecum sulla pandemia. Emergenza o convivenza?

Un vademecum sulla pandemia. Emergenza o convivenza?

“Pandemia e Pandemie da salto di specie, emergenza o convivenza?”: in distribuzione il prezioso e quanto mai attuale e utile volume instant-book di Academ editore, con le risposte alle tante e complesse domande sull’emergenza sanitaria in corso e le gravi implicazioni...

Eventi e musica, Mooks si allarga

Eventi e musica, Mooks si allarga

Nella libreria del Vomero sarà inaugurato un piano dedicato all’intrattenimento Aprirà le porte al pubblico lunedì 19 luglio il nuovo hub del Mondadori bookstore di via Luca Giordano targato Mooks, un nuovo piano della grande libreria vomerese dedicato...

Allamentarse nunn’ abbasta  cchiu’…

Allamentarse nunn’ abbasta cchiu’…

A lengua napulitana verace va scumparenno Sempe cchiù pperzone s’allamentano pecché ’a lengua napulitana verace va scumparenno e ppecché pure cchille che ancora l’ausano spisso nu’ ssapeno scrivere manco doje righe senza piglià zarre e rrancefellune. E overamente...

Il premio Liburia a Salvio Zungri

Il premio Liburia a Salvio Zungri

La sesta edizione del prestigioso evento condotto dall’attore Gabriele Blair e dall’artista Anna Capasso Si è svolto giovedì 15 luglio, nel Chiostro della Parrocchia del S.S. Rosario ad Afragola in provincia di Napoli con inizio alle ore 19 il “Premio Liburia 2021”,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te