De Luca
Tempo di lettura: < 1 minuto

“Incredibile decisione da parte del Governo. È sconcertante che si sia solo immaginato di escludere le ex zone rosse (Vallo di Diano, area Ariano Irpino) dal Fondo dedicato alle aree colpite gravemente dell’emergenza Covid. Chiediamo che si corregga immediatamente questa disposizione da parte del Governo”. Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca a seguito dell’esclusione delle zone rosse della Campania (e del Veneto) dal fondo di 200 milioni creato ad hoc presso il ministero dell’Interno e destinato alle zone maggiormente colpite previsto dal Decreto Rilancio.

 “Grave” la notizia anche per il consigliere regionale Alfonso Longobardi, vicepresidente della commissione bilancio: “La crisi pandemica è uguale al Sud come al Nord e non è pensabile di escludere la Campania dall’accesso al fondo. Troppe vite umane sono state sacrificate in questa fase di emergenza e ora la crisi non è solo sanitaria ma anche economica: non possiamo permetterci una spaccatura tra Nord e Sud. Servono azioni eque – aggiunge Longobardi – per tutti gli italiani, non accettiamo che vi siano Cittadini di serie A e cittadini di serie B. Rivolgo quindi un appello al Governo ed al Premier Giuseppe Conte affinché venga corretto questo errore che determina una grave iniquità tra i cittadini italiani delle varie regioni. Già subiamo una riduzione di fondi per la nostra sanità rispetto ad altre regioni adesso basta. Il Governo – conclude – ha il dovere di tenere tutti nella stessa considerazione, senza sperequazioni che rischiano solo di creare disparità ingiustificate e inaccettabili”.