È Padre Luigi, il cappellano dell’Ospedale del mare a dare la bella notizia a Sabato Cerciello, il primo malato ricoverato al Covid center dell’Ospedale del mare. ”Sabato, che stai facendo?” chiede Padre Luigi dall’altoparlante. “Sto mangiando” risponde Sabato. “La vuoi sapere una notizia? Tieniti forte” replica il parroco. “Una brutta o un bella?” aggiunge. “La voglio bella” risponde il paziente. E finalmente l’annuncio: “Oggi te ne esci, è negativo”, riferendosi all’ultimo tampone effettuato. “Fatemi chiamare a casa” chiede Sabato, incapace di contenere un pianto di gioia per la fine della malattia e il rientro a casa.

La storia

Sabato Cerciello, 59 anni, di Somma vesuviana, era arrivato al Covid center di Ponticelli il 4 maggio dall’Aorn del Cardarelli dove, lo scorso primo aprile era stato ricoverato x insufficienza respiratoria secondaria a polmonite interstiziale da Covid , e aveva subito una tracheotomia. All’arrivo all’Ospedale del mare viene sottoposto a tutte le cure del caso, restando sempre vigile cosciente e collaborante. Il primo tampone viene eseguito il 12 maggio e risulta negativo. Seguono ulteriori accertamenti e finalmente arriva anche l’ultimo tampone e l’attesa dimissione. L’incubo è finito, Sabato ce l’ha fatta e tra gli applausi del personale sanitario e la benedizione di Padre Luigi viene dimesso e può tornare finalmente a casa dalla sua famiglia.