Sentite Rizzoli: “Sul Var inutile protestare in campo, gli arbitri sono permalosi”

da | Mag 17, 2020 | Calcio Napoli, Sport

Il blocco del calcio provocato dal coronavirus ha mandato, almeno temporaneamente in soffitta, anche tutta la questione arbitrale, che aveva avvelenato lo scorcio di campionato, con le contestatissime decisioni adottate dagli arbitri in riferimento all’applicazione del Var. E con il Napoli che almeno in paio di circostanze è stato pesantemente penalizzato, in termini di punti in meno in classifica.

La sola cosa che trovava gli osservatori più o meno tutti sulla stessa posizione era la necessità di un ricambio del vertice. Nicchi e Rizzoli (quest’ultimo, in verità, da arbitro è stato quasi inappuntabile) hanno chiaramente fatto ormai il loro tempo e bisognerebbe che entrambi lascino le poltrone libere. Questa esigenza è rafforzata da una recentissima dichiarazione di Rizzoli.

Il designatore degli arbitri di Serie A è intervenuto nei giorni scorsi in un incontro promosso dal Bologna-Academy webinare si è soffermato sui nuovi regolamenti nel calcio: “Esistono anche tra gli arbitri, come ovunque, persone permalose: più gli andate a protestare contro e più si chiudono e faranno l’opposto, e questo riguarda anche l’andare a rivedere anche le sue decisioni al VAR”. Roba da non credersi, questa è la conferma che Rizzoli  deve lasciare.
In parole povere egli ammette candidamente che se un giocatore, nel corso dell’incontro, di fronte all’indifferenza di un arbitro, lo sollecita ad andare a visionare il Var ottiene l’effetto contrario. Il che, oltre ad essere sgradevole, dimostra che le regole attuali non vanno proprio e che bisogna urgentemente cambiarle, magari proprio ora che tutto è ancora fermo e che c’è tempo per riflettere.

La verità è che, indipendentemente dalle permalosità, gli arbitri, probabilmente non supportati dagli stessi Nicchi e Rizzoli, non hanno mai digerito l’introduzione del Var, per cui l’unica soluzione è attribuire agli allenatori la possibilità, di chiedere loro la visione, in modo da mettere gli arbitri con le spalle al muro . Certo, queste richieste non potranno ripetersi all’infinito. Ma quanti sono nel corso di una partita gli episodi sui quali si può discutere? Diciamo mediamente un paio. Dare quindi due possibilità a ciascun allenatore metterebbe al sicuro dalle “permalosità”. Fermo restando che sarebbe auspicabile eliminare la presenza di un arbitro al Var, per evitare condizionamenti. Ma ormai il Var è diventato una sorta di ufficio di collocamento per gli arbitri più anziani e sarà difficile schiodare la casta da questa sinecura.

Quanto alle nuove regole sempre Rizzoli ha spiegato: “La più complicata è quella del fallo di mano che sarà sempre soggettivo: è stato tolto il concetto di volontarietà mettendo parametri più oggettivi, ma resta complicato”. Lo sapevamo. Ecco perché ogni volta che c’è un fallo di mani in area l’arbitro, a prescindere, dovrebbe andare a visionare il mezzo elettronico. Che nel 99 per cento dei casi gli impedirebbe di sbagliare. E soprattutto impedirebbe il nascere di polemiche.

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

Ounas fermo: indagini sul suo cuore

Ounas fermo: indagini sul suo cuore

Problemi al cuore per Adam Ounas, folletto azzurro che è rientrato dalla Coppa d’Africa ma non sarà a disposizione di Luciano Spalletti. Il commissario tecnico dell’Algeria, Djamel Belmadi, all’indomani dell’eliminazione dalla Coppa d’Africa ha spiegato che il...

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona, dopo tre sconfitte consecutive tra le mura amiche, gli azzurri battono la Sampdoria per 1-0 grazie al gol di Petagna.   Il Napoli ritorna a sorridere - Stadio desolatamente deserto, pocchissimi i sostenitori per questa...

La mossa di Spalletti che ha sorpreso Pioli

La mossa di Spalletti che ha sorpreso Pioli

La mossa di Spalletti - Petagna titolare e una squadra predisposta all'attesa e al contropiede: cosi il tecnico ha vinto il big match con il Milan. E sul gol di Kessie... La mossa di Spalletti - Nella gelida Milano, il Napoli di Spalletti ridimensionato dalle...

I due miracoli di Spalletti

I due miracoli di Spalletti

Rrahmani e Lobotka: Gattuso li aveva ignorati e sembravano due giocatori persi alla causa del Napoli (e di Adl) Rino Gattuso a Napoli non è stato fortunato. In fondo all’ultima giornata di campionato per un misero gol ha perso il quarto posto e la qualificazione...

Tra iella e arbitraggi Napoli urla

Tra iella e arbitraggi Napoli urla

Nonostante infortuni e sfortuna la squadra recrimina per i cinque punti persi con Verona ed Empoli È davvero in fase calante il Napoli o gli ultimi risultati negativi sono solo colpa degli infortuni a ripetizione dei suoi giocatori chiave? Spalletti, in verità, non ha...

Quanti scivoloni, don Aurelio!

Quanti scivoloni, don Aurelio!

Una frana. Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis passa per un grade comunicatore. Ma in questi ultimi giorni, vittima del suo stesso narcisismo, l’ha fatta veramente grossa. Ha inanellato una serie di dichiarazioni che oltre a portare scompiglio nel mondo del...

Napoli-Leicester festa a metà..

Napoli-Leicester festa a metà..

Napoli-Leicester festa a metà, gli azzurri vincono per 3 a 2 ma non basta per evitare i sedicesimi di finale. Napoli-Leicester festa a metà - Serata di tempesta al Maradona, il Napoli costretto a vincere contro il Leicester per sperare di passare il turno da primo,...

Nella notte per Diego riparte il Napoli

Nella notte per Diego riparte il Napoli

Nella notte per Diego riparte il Napoli, 4-0 alla Lazio e primato solitario in classifica, Zielinski apre le marcature, poi Dries Ciro Mertens firma una straordinaria doppietta, poi Ruiz mette il sigillo nel secondo tempo. Nella notte per Diego riparte il Napoli -...

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca, contro lo Spartak finisce 2-1, gli azzurri si riscaldano nel secondo tempo ma non riescono a recuperare il risultato. Napoli gelido a Mosca, nel pomeriggio freddo della partita contro lo Spartak, gli azzurri non si rialzano e incassano la...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te