De Luca: “In Campania la sanità è depredata dal blocco nordista. Siamo i più penalizzati d’Italia. Lo Stato deve vergognarsi”

da | Mag 15, 2020 | Cronaca

”La Campania è la regione d’Italia che riceve meno soldi di tutte nel riparto del fondo sanitario nazionale. Lo ricordo sempre, in modo tale che ci capiamo bene quando si parla di Nord e di Sud”. Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca nella consueta diretta Facebook del venerdì.

“Non ci interessa la demagogia, ma i numeri, che parlano chiaro – spiega De Luca. Riceviamo pro capite ogni anno 45 euro in meno rispetto al Veneto, 40 euro in meno rispetto alla Lombardia, 60 euro in meno rispetto all’Emilia Romagna, 30 euro in meno rispetto al Lazio. La Regione Campania è la più penalizzata d’Italia, cioè la Regione che viene è depredata ogni anno di 350 milioni di euro. Lo Stato italiano dovrebbe vergognarsi e rispetto a questo dato indegno di un Paese civile, lo Stato non ha fatto nulla. Nessuna coalizione politica ha fatto niente, di centrodestra o di centrosinistra. C’è un blocco di interessi nordista che ha prevalso su ogni regola di civiltà e di correttezza”

“A questo dato – aggiunge il governatore – nel periodo dell’epidemia, si è aggiunta per l’ennesima volta un’altra penalizzazione: la Campania ha ricevuto meno tamponi di tutte le regioni d’Italia. Alla Campania è stato trasferito un tampone ogni 50 abitanti, al Veneto uno ogni 16, cioè 4 volte di più, al Piemonte uno ogni 19, alla Lombardia uno ogni 21, all’Emilia uno ogni 22 e al Lazio uno ogni 25. Cioè, nella migliore delle ipotesi, alla Campania hanno dato la metà dei tamponi rispetto ad altre Regioni e un quarto rispetto al Veneto. Per quanto riguarda le mascherine – ricorda De Luca – un mese fa ho dovuto fare il pazzo perché non arrivavano neanche le mascherine Ffp2 e Ffp3 che servivano al 118 per andare a prendere curare gli ammalati. Anche sui dispositivi di protezione individuale la Campania ha ricevuto un terzo di quello che è stato mandato ad altre parti d’Italia. Davvero abbiamo fatto in Campania un miracolo, possiamo camminare a testa alta e dire senza tema di smentita che anche con queste condizioni di partenza abbiamo dimostrato di essere la Regione più efficiente d’Italia con il numero più basso di decessi più basso d’Italia tra le grandi Regioni in relazione alla popolazione residente e il numero più basso di positivi in relazione alla popolazione residente

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

La giornalista Maria Cuono direttrice di Newspage Allinfo, scrittrice e docente di materie umanistiche presso l’Istituto Vico De Vivo di Agropoli spinta da rapporti amichevoli ha deciso di scendere in campo a sostegno del candidato a sindaco Elvira Serra nella lista...

Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

Via al Mam, museo aperto della metro

Via al Mam, museo aperto della metro

Il Comune rilancia il Mam, il Museo Aperto della Metropolitana, un progetto innovativo finalizzato a valorizzare le opere pubbliche che fanno parte del patrimonio artistico della metropolitana cittadina. Otto grandi imprese italiane sono pronte a investire al fine di...

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

A Pompei un convegno su un tema di scottante attualità. “L’affido, una scelta d’amore” è il tema di studio nazionale scelto dai Lions e fatto proprio dai Lions Distretto 108 YA  e per esso dal presidente del Comitato Marina Latella e dal componente del Comitato per la...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te