Noi per Napoli, grande successo per l’edizione web del Festival delle Arti

da | Mag 13, 2020 | Cultura&Spettacolo

Sta riscuotendo un vero e proprio successo in questi giorni la V Edizione del Festival delle Arti Noi per Napoli, nato da un progetto dell’Associazione Culturale Noi per Napoli e dei suoi fautori, il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, artisti del Teatro San Carlo, in questo periodo di emergenza covid-19 e di stop forzato per tutti gli eventi live, interamente sul web e sui social.

Promosso tra le iniziative del Maggio dei Monumenti, curato dall’ Assessorato alla Cultura del  Comune di Napoli, con il Patrocinio morale della Presidenza del Consiglio della Regione Campania, ha registrato tra i partecipanti artisti nazionali ed internazionali, provenienti dal GiapponeBrasile, Siria, Francia, Polonia,Romania, Germania etc.


Dal 10 maggio sono partite le votazioni sulle pagine social di Noi per Napoli, i like attribuiti dal pubblico ed una giuria di giornalisti, Giuseppe Giorgio presidente, Federica Flocco, Antonella Amato, Roberta De Massi, Gabriella Diliberto, Laura Bufano, Marina Alaimo, decreteranno i vincitori per ogni sezione  che saranno resi noti e pubblicati entro il 17 maggio ! 


Saranno assegnati anche dei premi speciali da parte del noto pittore ottocentista napoletano Nicola De Maio e dei Media partner che hanno aderito alla Manifestazione, come Radio Amore, Grande Napoli, Teatro Tv, Teleconomy Club, DgPhotoArt.

I partecipanti nelle varie sezioni:

Sezione Poesia e Letteratura
Campaguolo Maria, Capezzone Massimo,Costa Ottavio, De Rosa Nicola, Firita Alexandra, Forcos Daniela, Issorf Igor, Lepre Adriana, Loffredo Ausilia, Lo Monaco Rita, Percontra Carmen, Perla Anna, Penza Massimo, Piccolo Tina, Ridolfini Ciro, Rinaldi Marialucia, Rollo Rosario, Ruocco Lucia, Scoppa Cira, Sequino Tina, Tufano Gloria, Zarate Mabel.

Sezione Pittura
Basso Nadia, Bruni Marco,Cevani Susan, Di Mauro Emanuele, Donadio Vittoria, Dorn Charlotte, Forooghi Mahvas, Forte Annamaria, Grimaldi Tiziana, Iannazzone Rita, Lupoli Ilaria, Manzo Ferdinando, Romano Mario, Tammaro Assunta.

Sezione Disegno
Auriemma Federica, Grasso Ciro, Sorrentino Enrico.

Sezione Scultura
Alfieri Stefania, De Rosa Marcello, Iazzetta Antonio, Martiniello Antonella.

Sezione Fotografia
Ardore Sabry, Brio Raffaele, De Luca Vincenzo, Fiore Mina, Palmitano Tonia.

Sezione Canto
Chisae Inui, Inui Family Group, Lucia Alessio, Di Palma Sasà, Esposito Soulbahia Genny, Grasso Mariafrancesca, Machado Zizao, Mauro Davide, Morabito Arianna, Giuseppe Cirillo, Onorato Antonio, Ruggiero Gianni, Sang Over Grenser Vocal Group, Sepe Fiorella, Somma Luciano.

Sezione Danza
Fisciano Ludovica, Beneduce Maria Vittoria, Scarfiglieri Giorgia, Valeria Viazzo, Eleonora Pinto, Floriana Ciancia, Marisa Fortunato, Francesca Fuscone, Flavia Fisciano,Roberta Tripodi, Emanuela Terracciano, Francesca Tais.

Sezione Musica
Carrino Alessandra,Catalano Sergio, De Lucia Giada, Di Pinto Annalisa, Leone Alessia, Moretti Leonardo,

Sezione Teatro e Recitazione
Caricchia Bruno, Lo Cascio Valentina, Mario Mauro, Migliaccio Eleonora, Pascolini Maria Gioia, Vita Lucia.

Sezione Artigianato
Castronuovo gioielli, Jugiano Arai, Minniti Giancarlo,Nappo Elisa

Sezione Make Up Artist
Nettuno Giada, Tufano Raffaella

Sezione Gastronomia
Yuji Arai – Jugiano Arai son

Sezione Moda / Costumi
Sartoria Canzanella CTN 75

Per votare basta andare sulla pagina Festival delle Arti V Edizione sul Web Noi per Napoli, iscriversi al gruppo e mettere un like al post preferito.

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

Altro classico che ascriviamo alla letteratura di Napoli è “San Gennaro vère” dell’autore ungherese Sàndor Màrai, il cui titolo italiano risponde a “Il sangue di San Gennaro”. E lo poniamo nella letteratura di Napoli non solo perché parla con slancio di una Città, a...

Ninfa plebea di Domenico Rea

Ninfa plebea di Domenico Rea

La seconda recensione di un classico della letteratura napoletana ha per oggetto, ovviamente, un libro straordinario, e ci ricorda, indirettamente, le consuetudini di un “Paese straordinario”. Ove la seconda “straordinarietà” non è da intendersi positivamente....

I sentieri della musica di Paolo Isotta

I sentieri della musica di Paolo Isotta

Una lettura dei classici della cultura napoletana e meridiana Diamo avvio questa settimana ad una nuova rubrica che ha per intento quello di rendere più noti opere e/o autori ascrivibili alla letteratura napoletana. Ricordando e rileggendo, nei limiti delle nostre...

Premio Filangieri, ci siamo

Premio Filangieri, ci siamo

di Federico Marone Dalle bellezze del passato alla street art: via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia Premio Filangieri, via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia promosso dall’ente ecclesiastico “Immacolata e...

Mantenimmo pubbleco ’stu ciardino antico

Mantenimmo pubbleco ’stu ciardino antico

’A Giunta vo’ affidà ê private ’o vverde d’ ’a Villa Cummunale Doppo paricchio tiempo, ’ncopp’ê giurnale napulitane se parlaancora d’ ’aVilla Cummunale. L’urdema volta fuje quanno ’o presidente De Luca facette chiudere parche e cciardine, comme si spannere ’o virusse...

Napoli celebra il “divin poeta”

Napoli celebra il “divin poeta”

La mostra “Divina Archeologia” a settembre al Mann ricorderà i 700 anni dalla morte di Dante In tutta Italia si celebrano quest’anno i settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, il “divin poeta” reso immortale dai versi della Divina Commedia. E non solo. Anche a...

La scuola dei giusti nascosti

La lettura di questa settimana riprende il genere della narrativa con un romanzo di formazione scritto da Marcello Kalowski, “La scuola dei giusti nascosti”, pubblicato lo scorso anno dalla casa editrice Besa. Due ragazzine sono le protagoniste che animano la storia,...

Un concerto per il principe

Un concerto per il principe

Ricordo in musica, on line, per i 250 anni dalla morte di Raimondo di Sangro La pandemia sta assestando un colpo durissimo alla cultura. Ma per fortuna non tutto tace. Sabato, stasera, alle 19.30 un concerto on line aprirà le celebrazioni per i 250 anni dalla morte di...

Ecco chi ha fatto grandi i Borbone

Ecco chi ha fatto grandi i Borbone

In libreria il volume di Paolo Mastromo che ripercorre l’epoca dei progetti e delle scienze meridionali Un ritorno alla storia rappresenta la lettura di questa settimana. Il saggio I Napoletani che hanno fatto grandi i Borbone è un piacevole libro di Paolo Mastromo,...

La storia di Bagnoli in una mostra online

La storia di Bagnoli in una mostra online

Era nata per essere allestita alla Casina Pompeiana, per poi essere convertita in progetto digitale a causa del perdurare della pandemia. E la storia di un sito attraverso centinaia di documenti, come le immagini del progetto utopistico redatto dall'urbanista...

Il corto contro il bullismo omofobo

Il corto contro il bullismo omofobo

“A modo mio” di Danilo Rovani, prodotto da Itinerari di Napoli, è ispirato ad una storia vera “A modo mio” è il cortometraggio di Danilo Rovani con Cosimo Alberti e Denise Capuano, prodotto da Itinerari di Napoli di Massimiliano Sacchetto e Carmela Autiero...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te