“Meraviglia Italiana”, un portale, un magazine, con premio e menzioni per scoprire e promuovere l’eccellenza del Belpaese e quella dell’Italia all’estero

da | Mag 13, 2020 | Cultura&Spettacolo

“Meraviglia Italiana”, un portale, un magazine, con premio e menzioni per scoprire e promuovere l’eccellenza del Belpaese e quella dell’Italia all’estero

Avviata con importanti patrocini istituzionali nel 2010, l’iniziativa torna in campo aprendosi alle “Meraviglie italiane nel mondo” e alle “Meraviglie italiane del gusto” per favorire la rinascita del Belpaese e allargare la platea dei suoi estimatori e fruitori.

Roma, 7 luglio 2020 – In un momento in cui il Paese ha urgente esigenza di individuare nuove strategie di crescita e sviluppo, desideriamo segnalare il rientro in campo e il rilancio di “Meraviglia Italiana” www.meravigliaitaliana.it un progetto nato nel 2010 in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, con il patrocinio della Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri-Ministro della Gioventù e Ministro del Turismo, Ministero dei Beni e Attività Culturali, oltre quello di numerose Regioni ed Enti locali.
Un progetto che oggi si rilancia, imboccando nuove strade. L’obiettivo resta sostanzialmente uguale: far scoprire nuove ricchezze “nascoste” del Paese, “Meraviglie italiane” che non ci si immagina, oltre quelle che tutti conosciamo e amiamo, per un tuffo (soprattutto le nuove generazioni) nella storia, l’arte, la bellezza e l’unicità del nostro straordinario Paese. Un contributo, insomma, perché sempre più persone possano scoprire e godere dei suoi tesori. E con ciò, uno stimolo all’acquisizione di competenze e l’avvio di percorsi di iniziativa imprenditoriale.
Accendendo al sito di Meraviglia Italiana, è possibile proporre una “Meraviglia” scelta tra i settori dei beni culturali, delle manifestazioni e tradizioni, delle eccellenze enogastronomiche, dei paesaggi e punti panoramici, dei siti culturali, al fine di censirle, raccontarle, promuoverle e in ultimo “premiarle” facendole apprezzare dal grande pubblico. Il progetto nasce anche per stimolare lo sviluppo di una più forte coscienza civica sulla effettiva necessità di tutelare e valorizzare i “beni pubblici”, illuminando la “vetrina” del Paese con queste sue meraviglie “nascoste”, connettendole al rispettivo territorio e a sempre nuovi target.
“ Oggi – spiegano Carmelo Lentino e Roberto Messina, i due giornalisti cui si deve il progetto, rispettivamente presidente e direttore di Meraviglia Italiana – questa iniziativa si mette nuovamente al servizio del Paese continuando l’opera di valorizzazione del patrimonio, ma dovendo reinventarsi alla luce dei profondi cambiamenti economici e sociali. Fedele alla sua mission, imbocca con decisione ed entusiasmo altre strade virtuose ritenute utili a ‘leggere’ e sostenere i suoi obiettivi di sempre e a stimolare ad affrontare l’inedito scenario che ci attende. In tal senso compie un deciso passo avanti con l’impegno per la valorizzazione del made in Italy: non solo storia, cultura, arte, le nuove circostanze impongono la valorizzazione di settori chiave come l’artigianato, l’enogastronomia, l’italianità all’estro, settori che esprimono altrettanto bene chi siamo e cosa sappiamo fare, e la nostra celebrata capacità creativa, che da grande tradizione sa farsi innovazione e risorsa
Il “bollino” di Meraviglia Italiana, così, certifica bellezza e unicità di tante nuove realtà, e ne favorisce la riscoperta e promozione con il primo, nuovo obiettivo, lo “screeening”, l’approfondimento e la certificazione delle “Meraviglie Italiane nel Mondo” gettando nuova luce su “opere e giorni” degli italiani oltre confine.
L’altro è “Meraviglia Italiana del Gusto”, sterminato ed inesauribile “viaggio” tra le ricchezze del made in Italy enogastronomico, il rapporto tra prodotto e retroterra che lo genera, i “territori del gusto”, le “città del gusto” che segnano la formidabile mappa italiana. L’Italia, paese d’origine della dieta mediterranea, riconosciuto modello virtuoso di salute e Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 2010, possiede una “fortuna” alimentare unica al mondo, frutto di storia millenaria, saperi e sapori, sensibilità e competenze, saggezze antiche e radicate. Una sostanza fondata sulla biodiversità, che non può essere sepolta sotto una cenere di disattenzione, ma al contrario, quale “must”, impiegata per il recupero e la difesa di un atteggiamento sano nei confronti del cibo e dell’ambiente in cui esso si produce e consuma.
La naturale vocazione economica italiana, si sa, è il turismo, sua seconda industria. Con arte, cultura, eventi e gastronomia a fare da ineguagliabile corollario, mirabilmente sintetizzati in tanti luoghi della penisola, talvolta poco conosciuti, che Meraviglia Italiana si appresta a riscoprire, raccontare e portare per il mondo, invitando a difenderle e averne cura…

Carmelo Lentino e Roberto Messina
Presidente e Direttore di Meraviglia Italiana

Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

È passato solo un anno dal debutto di Giovanni Taranto, con “La fiamma spezzata”. Ed eccolo ora riproporsi con un nuovo romanzo, sullo stesso tema, intrighi ed affari della criminalità organizzata vesuviana al vaglio di un investigatore serio e determinato. Siamo...

Freud’s Bones, la psicoanalisi in un gioco

Freud’s Bones, la psicoanalisi in un gioco

La geniale intuizione di Fortuna Imperatore, game designer napoletana laureata in Psicologia A chi poteva venire in mente l’idea di creare un videogioco che avesse per protagonisti Freud e la psicoanalisi? O a un matto o ad un genio, ma sicuramente con l’inventiva e...

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Grande successo per il concerto di musica classica “Note di pace” a Casavatore Grande successo di partecipazione e di pubblico per il concerto di musica classica per violino e pianoforte tenutosi presso la parrocchia di Gesù Cristo lavoratore a Casavatore, intitolato...

Mercoledì la consegna dei premi “Emily Dickinson”

Mercoledì la consegna dei premi “Emily Dickinson”

Mercoledì 8 Giugno, alle ore 15,30, nellʼincantevole cornice di Castel SantʼElmo, a Napoli,si terrà la manifestazione conclusiva della XXVI edizione del Premio Letterario Internazionale “Emily Dickinson”, fondato e presieduto dalla scrittrice e giornalista Carmela...

“Maradò”, le voci del popolo

“Maradò”, le voci del popolo

Nel libro di Anna Copertino, l’universo napoletano del Dios Che cosa non si è scritto e detto di Maradona che ormai non si sappia? Artisti, grandi firme, uomini di cultura e registi ne hanno la grandezza, miseria e nobiltà ma ognuno con la propria idea e l’immagine ed...

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Un evento di un’intera giornata dedicato alla cultura. A Procida” l’isola che non si isola” e che quest’anno sta celebrando il suo essere capitale della cultura l’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio. Un evento che si snoderà in tre momenti, tutti idealmente...

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Le domeniche dal 1° maggio al 5 giugno si terranno cinque concerti di musica dal vivo nei luoghi incantevoli della Campania Napoli – Ercolano – Vico Equense – Sorrento – Ravello. Il Chitarrista Max Puglia (Hermanos, Ruggiero, Buonocore, Gragnaniello, Fò, Hernadez,...

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

L’associazione culturale organizza e promuove anche iniziative sociali a favore dei bisognosi L’associazione culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, ispirata sempre ai principi e finalità...

A tu per tu con Maria Cuono

A tu per tu con Maria Cuono

L’intervista di Noi per Napoli alla scrittrice, giornalista e docente cilentana: una vita per il teatro A tu per tu con Maria Cuono, docente, giornalista e valente scrittrice cilentana. Le abbiamo rivolto qualche domanda per farla parlare di sé, della sua arte e per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te