Tempo di lettura: < 1 minuto

Pubblicato di recente  “Il rossetto di Denise”, ultimo lavoro di Luigi Panico, scrittore e giornalista  con prefazione dell’avv. penalista Danila De Novellis e postfazione della dott.ssa Antonella Barretta, edito da Gedi S.pa.   

Dopo il suo precedente libro sul bullismo, Panico continua la sua mission, quella di  trattare la violenza psicologica e fisica attraverso la formula che più gli arride, quella del racconto.  Con “Il rossetto di Denise”, questa volta l’autore ha inteso affrontare stavolta il  femminicidio,  fenomeno purtroppo dilagante nel nostro Paese. La storia  si estrinseca sulla relazione amorosa tra due giovani, Marco e Denise, relazione, che, a causa delle ossessioni e della gelosia malata dell’uomo avrà quale drammatico epilogo l’uccisione della donna.

“Comè noto  – ha affermato Panico –  l’emergenza legata al coronavirus non ha fermato il fenomeno, anzi lo ha favorito a causa delle restrizioni adottate per il contagio che hanno imposto forzose coabitazioni familiari e relazionali. Non appena  potrò,  veicolerò  il messaggio di questo mio secondo lavoro della serie “Racconti Maledetti”, presso i centri antiviolenza e la Case rifiugio per donne, attraverso incontri che vedranno la partecipazione sinergica di psicologi, rappresentanti delle Istituzioni, vertici delle Forze dell’ordine, giuristi e magistrati – ha concluso Panico”.