Coronavirus, l’appello di Pisani: “Più autopsie per fornire materiale alla scienza e salvare più vite”

da | Mag 11, 2020 | Cronaca

“Le istituzioni e la magistratura mettano tutti a studiare l’azione del virus e si dispongano più autopsie sui cadaveri per fornire dati e materiale di studio essenziale alla medicina ed alla scienza”. Lo dichiara l’avvocato Angelo Pisani a sostegno della ricerca di nuovi suggerimenti per la cura del Coronavirus, a partire dagli esami post mortem.

“Partendo da Napoli – aggiunge Pisani – lancio un appello anche al neo direttore, il professor Massimo Niola nuovo titolare di cattedra in sostituzione del prof Buccelli, a procedere a più autopsie per consentire veri studi sul virus mettendo a disposizione le sale mortuarie da sempre utilizzate anche autorizzando subito la ristrutturazione, così che occorrerebbero non più di 40 o 50 mila euro per un buon impianto a pressione negativa con i filtri”.
L’avvocato Pisani annuncia inoltre che si sta organizzando anche un comitato di familiari delle vittime “donatori per la ricerca“, sempre con l’intento di fare autopsie e riuscire così a salvare altre persone.

“Come generosamente si donano gli organi – spiega Pisani – anche i familiari delle vittime potrebbero aiutare la società richiedendo autopsie per studiare a fondo il percorso e lo sviluppo del virus oggi ancora ignoto nel corpo umano.
Parlo solo per esperienza professionale forense e buon senso – precisa -, certamente non sono né un medico, né un esperto nel settore, anche se ad oggi gli stessi scienziati si sono contraddetti più volte, non ho la ricetta o la verità in tasca, ma sembra ovvio che dare la possibilità a tanti medici e scienziati, non solo quelli delle tv, di studiare i cadaveri e seguire lo sviluppo nei vari organi del Covid 19 permetterebbe di capire qualcosa in più sul meccanismo di azione del virus e di conseguenza poter agire a monte bloccando la cascata che si genera in altri pazienti curati per tempo e con adeguate tecniche mediche e farmaci del caso.
Ad esempio, come già pare emergere da qualche autopsia, purtroppo fino ad oggi troppo poche visto che subito si cremano i corpi forse non più contagiosi, si può pensare che il Covid19 generi una infiammazione che coinvolga anche i vasi fino all‘induzione della coagulazione intravascolare disseminata che gli esperti definiscono Cid. Lo studio dei cadaveri potrebbe confermare tali dati e trovarne altri che permetterebbero di scoprire i farmaci giusti per bloccare l’azione del virus. E paradossalmente potrebbero essere utili anche farmaci semplici e poco costosi già ampiamente diffusi nel mondo, ma solo le evidenze, gli studi e le analisi medico legali possono dimostrarlo. Si spende tanto per l’acquisto di ventilatori e si investe per la realizzazione di nuovi reparti di terapia intensiva per la cura dei casi, ma è altrettanto importante investire nella ricerca (non solo dei vaccini per la prevenzione, ma anche della terapia) per poter evitare la sofferenza di tante persone. L’obiettivo – conclude Pisani è evitare di far ammalare ed evitare di far aggravare le condizioni cliniche dei soggetti contagiati avendo la possibilità di curare la patologia alla sua insorgenza come per le altre infezioni evitandone le gravi complicanze”.

Campania, da mezzanotte scatta l’allerta meteo gialla

Campania, da mezzanotte scatta l’allerta meteo gialla

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con livello di criticità idrogeologica per temporali di colore Giallo valevole a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani sulle seguenti zone: 1 (Piana Campana, Napoli,...

Da Las Vegas a Monte Carlo: le città celebri per i loro casinò

Da Las Vegas a Monte Carlo: le città celebri per i loro casinò

Oggi sentiamo spesso parlare di casinò e di gioco d’azzardo, soprattutto per via del boom della loro controparte digitale registrato negli ultimi anni. Se è vero che il gambling si sta trasferendo in maniera sempre più consistente sul web, il fascino di alcune città...

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Controlli a tappeto anche sull’isola di Ischia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli. I militari della Compagnia locale hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli. Quindici le contravvenzioni notificate: gran...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te