missione del Napoli, paolo del genio
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Napoli riprende domani ad allenarsi.
Finalmente per tutti gli appassionati di calcio e in particolare della maglia azzurra, si avvicina il momento di vedere di nuovo all’opera Mertens e compagni. I tamponi hanno dato esito negativo per tutti i calciatori del Napoli che domani riprenderanno gli allenamenti. Lo comunica il club azzurro. I giocatori del Napoli si ritroveranno al centro tecnico di Castel Volturno da domani per allenamenti singoli, distribuiti su due sessioni e su tutti e tre i campi di allenamento.
Il tecnico azzurro, Gennaro Gattuso, non vede l’ora di riprendere la rincorsa alle prime posizioni, una escalation di buoni risultati che era già iniziata dopo il giro di boa del campionato. Ringhio era riuscito a ricompattare il gruppo e a renderlo di nuovo una squadra equilibrata in campo e capace di esaltare le sue qualità tecniche senza sbavature in retroguardia.

Il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa ha fornito segnali positivi con un “si dovrebbe andare in quella direzione, quella auspicata da tutti i tifosi”, ma con la formula della ‘grande famiglia’, calciatori, tecnici, fisioterapisti, magazzinieri in ritiro.
In sostanza, è emerso che il protocollo tedesco, che non prevede la messa in quarantena automatica di tutti i contatti ravvicinati di chi è stato trovato positivo, si è rivelato fallimentare. “Prima i positivi erano quattro, ora sono diventati 10”, dice Zampa. Come scrive la Gazzetta dello Sport oggi “il ritiro blindato durerà 15 giorni, non di più, impossibile allungare la clausura perché i calciatori (e non solo loro) non ce la farebbero. Quindi la fase delle partite dovrebbe svolgersi in una sorta di autolockdown di tutti i protagonisti. Puoi andare a casa, ma devi ridurre il più possibile le tue occasioni sociali perché altrimenti metteresti a rischio tutta l’operazione”.