“Ieri era la giornata che prevedeva i rientri dal Nord in Campania. Eravamo estremamente preoccupati che arrivasse qualche focolaio di contagio. Grazie a Dio la situazione è sotto controllo, non abbiamo avuto problemi particolari”. Così il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è intervenuto in diretta sui suoi canali social per aggiornare i cittadini sulla Fase due in Campania.

“Abbiamo fatto controlli su 2 mila persone arrivate con i treni, con le macchine, con le agenzie di autonoleggio a Capodichino – spiega de Luca -. Abbiamo avuto ieri 15 persone con la temperatura sopra i 37 gradi, abbiamo fatto 320 test rapidi per avere un primo screening. Dopodiché 19 tamponi su situazioni che sembravano più delicate. Ad oggi 17 sono negativi e attendiamo altri due risultati. Abbiamo registrato presso le ASL già 600 persone, fra quelle che sono arrivate in Campania e sono messe in isolamento per due settimane. Poi avremo anche altre persone che controlleremo, cercheremo di fare i tamponi a quelli rientrati in isolamento domiciliare per 14 giorni. Per quanto riguarda i controlli in atto – aggiunge -, noi proseguiremo anche per i prossimi giorni. Abbiamo i nuclei delle Asl, la protezione civile e le forze dell’ordine impegnate nel prosieguo di questi controlli che riguardano le stazioni ferroviarie, li manterremo per questa settimana ad Aversa, Caserta, Villa Literno, alle stazioni ferroviarie di Napoli, Salerno e Benevento. Manterremo i controlli anche Napoli Nord, Caserta Nord/Sud, Santa Maria Capua Vetere, Capua, Avellino, Baiano, Benevento, Mercato San Severino, Grottaminarda e ovviamente l’aeroporto di Capodichino. Da lunedì saranno consentiti gli ingressi nelle isole, avremo il massimo dei controlli per Ischia, Capri e Procida”.

“Come comprendete tutti quanti – sottolinea il governatore – è un lavoro snervante che dobbiamo fare. Non possiamo rilassarci, nemmeno per mezza giornata. Perché se facciamo questi controlli ossessivi, affronteremo la fase 2 con maggiore serenità l’uso della mascherina in Campania è obbligatorio. Dobbiamo rispettare le regole così riprendiamo prima le nostre attività”.

Affronta quindi il tema delle microimprese e dei professionisti. “Sono state già emessi oltre 4.500 mandati di pagamento (bonus di 2.000 euro) per le micro-imprese, e 2.300 ‘per i professionisti (bonus 1.000 euro) – annuncia De Luca- . Abbiamo fatto i mandati di pagamento per 3.300 professionisti, molti geometri, e da domani partiremo per i 20 mila avvocati. Da metà maggio pagheremo i contributi per gli studenti universitari con l’Adisurc. Nei prossimi giorni incontreremo i rappresentanti di barbieri, parrucchieri, ristoranti, bar e balneatori, faremo il possibile per riprendere le attività economiche ma le indicazione le stabilisce il governo. Sabato 9 con il mondo dello sport, lunedì con balneari e acconciatori. 
La Campania è entrata in una fase che potremmo definire la Campania verso la normalità, verso la ripresa. Non perdere tempo e dare contributi, dare contributi a centinaia di migliaia di persone faremo un accordo in settimana con Inps per le pensioni al minimo, ma faremo tutto un passo alla volta e in maniera ordinata e avendo questo obiettivo: favorire la ripresa e l’economia ma facendo in modo di non chiudere tra due settimane. Grande apertura e aiuto, grande vicinanza a tutti – conclude – ma facendo in modo che le cose che apriamo non dobbiamo chiuderle”.

La Regione ha inoltre reso noto che vi sono già alcune attività che possono riprendere sulla base delle ordinanze emesse negli ultimi giorni, di seguito elencate:
– Con riferimento alla pesca sportiva, come per altre discipline riconosciute dal Coni o dal Cip (ad esempio Cinofilia, tiro), sono consentite sessioni individuali di allenamento, senza limiti di orario, con adozione di misure precauzionali.
– L’attività di toelettatura dei cani e altri animali domestici è consentita, previa prenotazione.
– In riscontro alla richieste pervenute, è stata prevista, per tutto il territorio regionale della Campania, la possibilità di esercitare l’attività di ricerca e raccolta del tartufo in campagna, senza limiti di orario.
– In merito al Piano Socio Economico, si conferma che anche i titolari di autoscuole possono partecipare ai previsti bandi.