Il temuto esodo del 4 maggio è arrivato: viaggiatori da ogni dove e con ogni mezzo, treno, aereo, bus e anche auto, le più difficili da monitorare. E sono proprio questi ultimi a destare preoccupazione: al casello di Caserta-Napoli Nord su un campione di 60 viaggiatori controllati provenienti dal Nord Italia sono risultati positivi al test rapido in 14, che tra l’altro si dicevano inconsapevoli di aver contratto la malattia. Ora bisognerà attendere il tampone per capire se non si sia trattato di “falsi positivi”.

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha inoltre reso noto nel report giornaliero che, nella giornata di oggi, nell’ambito dei controlli effettuati presso le stazioni ferroviarie della Campania, nei posti di sorveglianza ai caselli autostradali, all’aeroporto di Capodichino e in alcuni luoghi nevralgici del territorio, sono stati registrati 1706 passeggeri provenienti da fuori regione. Tutti sono stati sottoposti a misurazione della temperatura. 15 tra loro avevano una temperatura pari o superiore a 37.5 °C.
Sulla base delle valutazioni mediche, al momento, le Asl hanno sottoposto a test rapido ed eventualmente a tampone naso-faringeo, alcuni passeggeri.
In particolare, 320 sono stati sottoposti a test rapido e 19 sono risultati positivi.

Per quanto riguarda i tamponi effettuati: 3 di questi relativi a persone sottoposte a screening alla barriera di Napoli Nord sono risultati negativi. Si attendono i referti dei restanti tamponi. 598 le persone che hanno comunicato alle Asl di appartenenza il proprio arrivo.
Tutte le persone provenienti da fuori Campania sono state poste in isolamento domiciliare.