Covid-19, il virologo Silvestri: “Il virus è in ritirata, avanti tutta fino alla fine del tunnel. Ecco la mia ricetta in 3 punti”

da | Mag 2, 2020 | Primo piano

“Continua la grande ritirata di Sars-CoV-2 dall’Italia”. L’affermazione carica di positività è di Guido Silvestri, patologo, immunologo, virologo e docente alla Emory University di Atlanta (Usa), che giornalmente commenta sui social il bollettino della Protezione Civile. La situazione italiana vede in calo i ricoveri in terapia intensiva per Covid-19 (ieri calo di altre 116 unità, da 1694 a 1578), i ricoveri ospedalieri (scesi di altre 580 unità, da 18.149 a 17.569) e da ieri si è anche abbassato il numero dei decessi per Covid-19 (285 unità). “Quindi barra a dritta e avanti tutta verso la fine del tunnel”, scrive Silvestri.

“Guardando la regolarità con cui i numeri di Covid-19 in Italia continuino a scendere – spiega il virologo – , è forte la tentazione di dire: ‘Lasciamo che il virus sparisca senza cambiare la formula vincente’. Ma mi rendo conto che la sofferenza economica e socio-sanitaria legata al lock-down ormai sta superando quella causata dal virus”, e propone quindi una sua “ricetta” in 3 punti per la riapertura in condizioni di sicurezza.

I tre principi individuati dal virologo sono: “il monitoraggio (sia delle infezioni che del livello di immunità, con test sierologici e virologici, ed anche con contact tracing), la flessibilità (sia nel riaprire che, se necessario, nel richiudere, anche a livello loco-regionale), e la coordinazione (a livello nazionale, tra regioni, ma anche internazionale, integrandosi con le strategie usate in Europa, Usa, Cina etc)”. Ai quali fa seguito una raccomandazione aggiuntiva: “Almeno nelle prime settimane di apertura, con il virus che ancora circola, sarà cruciale – sottolinea Silvestri – usare molte mascherine, buon distanziamento sociale e tanta igiene personale”.

Presto, cari amici, torneremo tutti alla normalità, ne sono convinto – rassicura Silvestri -. Ma dobbiamo gestirla bene questa transizione, non alla carlona, perché il rischio di andare a sbattere contro un altro muro non è per niente piccolo. Quando si dice ‘a questo virus non piace il caldo’ – aggiunge in replica a un commento di un lettore – non ci riferisce alla temperatura a cui il virus stesso viene disattivato dal calore, ma alle temperature che rendono instabili le goccioline di fomiti (saliva, starnuti, tosse etc) che trasportano il virus nell’ambiente. Questo meccanismo – sottolinea – è noto ai virologi da decenni, e spiega perché tutte le infezioni virali respiratorie sono altamente stagionali con chiarissima predilezione per l’inverno”.

Napoli-Verona, altro che dimenticare. Vogliamo sapere

Napoli-Verona, altro che dimenticare. Vogliamo sapere

La chiusura della prima fase di preparazione al campionato suggerisce una prima serie di considerazioni e di rilievi. La parentesi di Dimaro ha confermato quanto già si sapeva sul carattere forte e carismatico del nuovo allenatore. È il suo grande pregio, unito alla...

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Il ds ha il compito di abbassare il tetto degli ingaggi e dare al tecnico una rosa comunque competitiva Passata la sbornia europea, testa al mercato e soprattutto al campionato. “Ricomincia da tre” la stagione 2021/22, per tre ottimi motivi che la rendono già...

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

di Cinzia Rosaria Baldi * La psicologia può spiegare perché accadono fenomeni di estrema crudeltà come le violenze nel carcere a S.M. Capua Vetere Le atroci  violenze avvenute nel carcere a S.M. Capua Vetere lo scorso anno in pieno lock down e portate alla ribalta...

Il caso di Chiara, 15 anni, uccisa da un amico di 16 anni

Il caso di Chiara, 15 anni, uccisa da un amico di 16 anni

I giovani bombardati dal brutto e dal male che toglie la speranza. Genitori distratti, il silenzio degli scienziati L’omicida  sedicenne  ora racconta che sentiva la voce del diavolo,  turbato dalla serie  televisiva  “Lucifer”,  ma la razionalità dimostrata con i...

I giallorossi rivivono solo a Napoli

I giallorossi rivivono solo a Napoli

Pd e 5 Stelle uniti nel sostenere il candidato sindaco Manfredi. Ma ce la faranno a vincere? A Napoli si risperimenterà, per il momento caso unico in Italia, la coalizione Pd-5Stelle. Ricordate, è quell’alleanza tra forze assolutamente incompatibili, contro natura,...

Noemi e il murale della speranza

Noemi e il murale della speranza

“Street art” ideata dalla bambina che fu ferita in piazza Nazionale. No ai modelli negativi per i giovani Un messaggio di speranza partirà oggi da piazza Nazionale dove, salvo ritardi nell’erogazione dei permessi, nell’anfiteatro centrale sarà disegnato un murale per...

Gattuso da incapace a fenomeno

Gattuso da incapace a fenomeno

Come i media napoletani hanno trattato l’allenatore protagonista di una stagione fra luci e ombre C’è una sorta di schizofrenia dell’informazione sportiva che atavicamente si accompagna al cammino del Napoli Calcio. E mai come in questo frangente essa si è palesata...

Italia tutta gialla si torna a vivere

Italia tutta gialla si torna a vivere

Indice rt in discesa: da lunedì in tutte le regioni sarà possibile sedersi in bar e ristoranti Si torna a vivere. Come prima e più di prima. Stando attenti a non commettere l’errore di creare inutili assembramenti e circolare senza mascherine, ovviamente. Dopo la...

Voglia di tornare in campo

Voglia di tornare in campo

di Cinzia Rosaria Baldi* Il 26 aprile è stato  il giorno più atteso da adulti e ragazzi:  a Napoli è ripresa l'attività sportiva anche di contatto ma all'aperto. Un sospiro di sollievo per i tanti amanti del calcetto e dello sport amatoriale in generale, ma...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te