Feltri inarrestabile contro i meridionali: “Leggono poco”

da | Apr 27, 2020 | Cronaca, Primo piano

Uno si chiede: ma dopo tutti i casini che ha combinato come è possibile che continuino a chiamarlo come ospite in trasmissioni televisive che pure hanno forte richiamo popolare? La logica vorrebbe che bisognerebbe starsene alla larga. Ne sa qualcosa Mario Giordano che per non essere intervenuto in maniera energica, durante l’attacco che Vittorio Feltri ha rivolto ai meridionali definendoli “inferiori” rischia ora di essere coinvolto nella causa per danno di immagine che l’Ordine nazionale dei giornalisti ha preannunziato contro entrambi attraverso le parole del suo presidente Carlo Verna.

E quindi perché continua a comparire, tipo ieri sera, a “Non è l’arena”, ospite di Giletti? Semplice: perché fa audience. Insomma è diventato una specie di fenomeno da baraccone. E lui per la verità non tradisce le attese, perché anche ieri sera ne ha sparate grosse.

“La lettura non è la principale attività al Sud”, ha commentato parlato Vittorio Feltri ai microfoni di La7. E riferendosi al fatto che dopo i suoi attacchi quasi nessuno più al Sud compra il suo giornale ha replicato: “Non vendono Libero al Sud? Anche prima si vendeva poco, non leggono molto i giornali del Nord ed in verità neanche quelli del Sud. La lettura non è la loro principale attività” ha aggiunto il giornalista.

Ricorrendo ad una pietosa bugia: al Sud non comprano Libero perché tutti coloro che la pensano e gravitano nell’area di centrodestra, da sempre hanno un quotidiano di riferimento che è “Il giornale”, diretto oggi da Alessandro Sallusti, che al Sud, invece, continua a vendere migliaia di copie. E Feltri lo sa benissimo, perché lo ha diretto succedendo al fondatore Indro Montanelli.

Napoli-Verona, altro che dimenticare. Vogliamo sapere

Napoli-Verona, altro che dimenticare. Vogliamo sapere

La chiusura della prima fase di preparazione al campionato suggerisce una prima serie di considerazioni e di rilievi. La parentesi di Dimaro ha confermato quanto già si sapeva sul carattere forte e carismatico del nuovo allenatore. È il suo grande pregio, unito alla...

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Giuntoli tra Adl e Spalletti

Il ds ha il compito di abbassare il tetto degli ingaggi e dare al tecnico una rosa comunque competitiva Passata la sbornia europea, testa al mercato e soprattutto al campionato. “Ricomincia da tre” la stagione 2021/22, per tre ottimi motivi che la rendono già...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

Cosa spinge le persone ad essere cattive?

di Cinzia Rosaria Baldi * La psicologia può spiegare perché accadono fenomeni di estrema crudeltà come le violenze nel carcere a S.M. Capua Vetere Le atroci  violenze avvenute nel carcere a S.M. Capua Vetere lo scorso anno in pieno lock down e portate alla ribalta...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te