via duomo

“Il Comune di Napoli intervenga urgentemente per sanificare i portici del Museo di San Gennaro sito in via Duomo e tutta l’area limitrofa perché essi continuano ad essere infestati e rovinati da materassi, cumuli di rifiuti ed escrementi abbandonati da extracomunitari senza fissa dimora, determinando una situazione di allarme sanitario e di ulteriore rischio per il contagio da covid 19”.

È quanto affermano in una nota congiunta la dirigente nazionale di FdI per lo sviluppo del Sud, Gabriella Peluso, e il presidente dell’Associazione “Vivi via Duomo”, Luigi Guadagno.“Già prima dell’emergenza Coronavirus, abbiamo più volte richiamato l’attenzione del Sindaco De Magistris su questo disastro igienico chiedendo di intervenire tempestivamente, ma, ad oggi, non c’è stato alcun intervento e la riapertura dei negozi prevista nella fase 2 rischia di avvenire in una situazione gravemente compromessa che mette ad ulteriore rischio la sicurezza dei commercianti e dei cittadini” – sottolinea Guadagno, che sollecita “anche i gestori del Museo di San Gennaro ad intervenire per risolvere questa grave problematica, che deturpa un patrimonio storico ed artistico di straordinario valore”.“È gravissimo che, mentre i napoletani si impegnano a rispettare le disposizioni del governo centrale e regionale adottando il distanziamento sociale e mentre i commercianti si caricano di ulteriori spese per le attività di sanificazione, nelle strade di Napoli e, particolarmente, nella storica via Duomo, regnano il degrado e la sporcizia”– aggiunge Peluso che sollecita “il Comune di Napoli ad intervenire con urgenza per liberare, pulire e disinfettare l’area a tutela dell’igiene pubblica e della salute dei cittadini ed anche dell’immagine del Museo di San Gennaro,di via Duomo e nostra città”.