La Biennale di Venezia mette la mascherina e salva il cinema!

da | Apr 24, 2020 | Cultura&Spettacolo

In tempi di quarantena, mascherine, guantini e chi più ne ha più ne metta, sorge spontanea la domanda per gli appassionati del cinema sulla sorte della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2020. Un appuntamento fisso atteso con ansia e preparazione da parte di fan e giornalisti del settore, che incontrerà diversi ostacoli sul proprio sentiero, eppure il direttore artistico Alberto Barbera placa gli animi: “Con Thierry Fremaux il discorso è ancora aperto e c’è la concreta volontà di entrambi di fare qualcosa, siamo insomma disponibili a tutte le soluzioni”.

Il tono rassicurante cela in realtà ancora qualche incertezza, non si sa come e chi potrà effettivamente prendere parte all’evento. I più temono una mancanza (legittimata) delle star internazionali, che potrebbero decidere di non prendere il volo per questioni di sicurezza oppure per divieti governativi. Non solo, il quesito si estende a tutti gli specialisti del settore e ai giornalisti che non potranno accalcarsi nel corso di dibattiti e conferenze stampa. In un’intervista rilasciata all’ANSA, Alberto Barbera si espone ipotizzando una collaborazione con il Festival di Cannes, andando oltre le classiche competizioni e puntando alla solidarietà nel mondo del cinema in difficoltà. Resta da aspettare la risposta francese.

Intanto si pensa all’evento relativamente imminente (dal 2 al 12 settembre) e tutto italiano. Il presidente della Biennale non esclude un consistente e innovativo uso del digitale in quest’occasione, profilandosi sicuramente come la prima mostra Internazionale del cinema dopo il Coronavirus. Al momento si propongono idee, valutano rischi, avanzano proposte (necessariamente) sperimentali. Di certo c’è che l’uso delle mascherine e il distanziamento tra le personale sarà obbligatorio. Si dovrà poi ben valutare a chi riservare l’accesso in sala tra spettatori e accreditati, dovendo per forza di cose ridurre il numero. Ed è qui che il digitale potrebbe salvare la situazione.

Le video-conferenze stampa online potrebbero essere la soluzione all’assenza delle star, mentre ipotetiche proiezioni online su piattaforme sicure ne garantirebbero la visione a giornalisti non presenti e a una parte degli spettatori. Ma il cinema è anche glamour, è fascino e magia, è vedere la star avanzare sicura e a grandi falcate verso l’ingresso e il direttore artistico questo lo sa bene: “Il vantaggio di essere presenti al Lido ci sarà comunque, il tappeto rosso, le interviste singole, incontri ristretti e l’atmosfera sono insostituibile e non possono essere rimpiazzati on line.”

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Un evento di un’intera giornata dedicato alla cultura. A Procida” l’isola che non si isola” e che quest’anno sta celebrando il suo essere capitale della cultura l’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio. Un evento che si snoderà in tre momenti, tutti idealmente...

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Le domeniche dal 1° maggio al 5 giugno si terranno cinque concerti di musica dal vivo nei luoghi incantevoli della Campania Napoli – Ercolano – Vico Equense – Sorrento – Ravello. Il Chitarrista Max Puglia (Hermanos, Ruggiero, Buonocore, Gragnaniello, Fò, Hernadez,...

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

L’associazione culturale organizza e promuove anche iniziative sociali a favore dei bisognosi L’associazione culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, ispirata sempre ai principi e finalità...

A tu per tu con Maria Cuono

A tu per tu con Maria Cuono

L’intervista di Noi per Napoli alla scrittrice, giornalista e docente cilentana: una vita per il teatro A tu per tu con Maria Cuono, docente, giornalista e valente scrittrice cilentana. Le abbiamo rivolto qualche domanda per farla parlare di sé, della sua arte e per...

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

In libreria entro fine primavera il secondo giallo del giornalista Giovanni Taranto Torna il Capitano Giulio Mariani: entro fine primavera la seconda inchiesta del detective dell’Arma protagonista ci dei gialli del giornalista Giovanni Taranto sarà sugli scaffali di...

Carnevale, ballo a corte dentro al Palazzo Reale

Carnevale, ballo a corte dentro al Palazzo Reale

Oggi, lunedì 28 febbraio e martedì 1 marzo alle ore 15 e 17 e domani, domenica 27 febbraio, alle ore 10, 12, 15, 17 va in scena l’insolita esperienza di fruizione museale, ideata e realizzata da Le Nuvole con Casa del Contemporaneo e la collaborazione della direzione...

Musica, ecco “Niente è niente”

Musica, ecco “Niente è niente”

Il nuovo progetto musicale degli artisti partenopei Olga De Maio e Luca Lupoli che unisce pop e lirica Si chiama “Niente è niente” il nuovo progetto discografico del soprano Olga De Maio e del tenore Luca Lupoli, noti artisti lirici partenopei ed internazionali,...

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

Il retroscena del libro del noto giornalista-scrittore sul santo protettore degli ammalati “Ho avuto due infarti nel giro di nove mesi, e ogni volta dicevo ‘San Ciro, pensaci tu, patrono del paese’. Sto ancora qui, e allora ho scritto un libro sul millenario culto del...

Il Gran Concerto di Capodanno

Il Gran Concerto di Capodanno

Musica, canto, danza e spettacolari acrobazie circensi al Teatro delle Palme Il Gran Concerto di Capodanno: tra musica, canto, danza e spettacolari acrobazie circensi per festeggiare l’arrivo del nuovo anno in allegria e spensieratezza. Il primo gennaio 2022, alle ore...

Teatro Il Piccolo, Gennaro De Crescenzo in concerto

Teatro Il Piccolo, Gennaro De Crescenzo in concerto

Questa sera appuntamento in piazzale Vincenzo Tecchio 3 Napoli, al “Teatro Il Piccolo”, il “Concerto Flegreo” di Gennaro De Crescenzo. L’album dal titolo “Musica per Napoli”, segna il suo esordio, le sue canzoni all’insegna dell’amore che hanno riscontrato grande...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te