Ascierto
Tempo di lettura: 2 minuti

Per fronteggiare l’emergenza Covid 19 nasce in Campania un gruppo di ricerca regionale congiunto proposto dai direttori generale e scientifico del Pascale, Attilio Bianchi e Gerardo Botti che coinvolge in prima linea la Regione Campania, Azienda dei Colli, Cnr e Pascale.


A coordinarlo sul piano scientifico sarà l’oncologo Paolo Ascierto. Dell’Unità interaziendale di cui fanno parte Ugo Trama, responsabile dell’Uod 08 “Politica del Farmaco e Dispositivi” della Regione Campania, Giuseppe De Pietro, direttore dell’Istituto di Calcolo-Reti e Alte Prestazioni del Cnr per la raccolta dati e l’utilizzo delle intelligenze artificiali, nonché le direzioni e, più in generali tutti i sanitari, del Monaldi, del Cotugno e del Pascale.


“1+1=3 – , dichiara il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi – credo che non ci sia paradigma più calzante per descrivere questa sinergia. Un grazie sentito al Cnr e al dottor Trama della Regione Campania che ci daranno il loro prezioso contributo”.

Dall’intuizione dell’oncologo Paolo Ascierto e del virologo Franco Buonaguro di utilizzare il Tocilizumab un farmaco anti artrite per contenere l’infiammazione della polmonite da Covid, infatti, è stato creato un vero e proprio ponte della ricerca tra Napoli e la Cina per contrastare gli effetti devastanti del coronavirus. La collaborazione con l’Azienda dei Colli e i riflessi sul piano scientifico e terapeutico, con la finalizzazione e approvazione del protocollo sperimentale da parte dell’Aifa, relativo all’utilizzo del Tocilizumab, hanno consolidato ulteriormente sul piano nazionale e internazionale il riconoscimento del valore scientifico dei professionisti del Pascale e dell’Azienda dei Colli.


“La costituzione di un’unità interaziendale – dice il direttore generale dell’Azienda dei Colli, Maurizio di Mauro – arriva a suggellare le attività scientifiche messe in campo nei primi giorni di emergenza da Covid 19 ed è la prova che la multidisciplinarietà e l’unione tra realtà differenti è la strada vincente”.

“L’iniziativa del direttore generale del Pascale Bianchi – dice Giuseppe De Pietro del Cnr – ha il suo punto di forza nell’approccio multidisciplinare alla ricerca in campo sanitario, integrando by design gli aspetti clinici, tecnologici e organizzativi”.