Tempo di lettura: 2 minuti

Feltri, che come Mentana, pare non abbia di meglio da fare che bersagliare ed offendere gratuitamente Napoli perché divorato dall’invidia andrà a fare compagnia a vari Mentana, Cruciani e Mughini nelle maxi cause a tutela dei diritti e dell’immagine dei cittadini napoletani e veri valori dello vita”. Così Angelo Pisani, presidente dell’associazione Noi consumatori, che a seguito dei numerosi e continui attacchi a Napoli e ai napoletani del fondatore e direttore di Libero, e delle richieste di tutela giunte in merito al suo studio dai tanti meridionali indignati e offesi per l’accaduto, annuncia l’azione legale nei confronti di Vittorio Feltri.


Questa gente che anche in momenti come così gravi diffonde offese gratuite e disprezzo senza senso – precisa l’avvocato Pisani – finita l’emergenza sarà chiamata in giudizio per spiegare il proprio atteggiamento e come per legge rispondere alle richieste risarcitorie di utenti e cittadini stanchi vedersi offesi e disinformati. Dovranno scomodarsi dalle loro poltrone, chiamare e pagare un avvocato e poi eccepire vili scuse e pretesti per giustificarsi rispetto alle giuste accuse che saranno mosse loro. Purtroppo – aggiunge Pisani – non hanno neanche il coraggio di ammettere un errore e chiedere scusa. Tutte le espressioni offensive, nonché gli ulteriori attacchi ai napoletani e richiami ad una lingua che fortunatamente non appartiene agli italiani veri, di chi pretende di insegnare ma ricade ancora una volta nel suo ingiustificabile rancore anche questa volta non passeranno in cavalleria. I razzisti saranno tutti trattati come per legge ed anche citati in giudizio civile in solido con le tv ed i responsabili della diffusione ed amplificazione delle sue iniziative e dovranno usare ogni pretesto ed una lingua convincente e commuovente per giustificarsi e difendersi dopo le numerose proteste di telespettatori che chiedono giustizia. Anche Feltri che è riuscito nel suo intento di far parlare di sé alimentando falsa informazione sarà chiamato in giudizio per l’accertamento delle responsabilità e per pagare i danni d’immagine e buon nome ai napoletani inspiegabilmente e gratuitamente offesi per ragioni estranee alla realtà ed alla loro condotta, così che sia da esempio a chi denigra senza motivo. Feltri che ha denigrato Napoli ed il meridione nel momento in cui avrebbe dovuto sottolineare quanto di buono si sta facendo in città per evitare catastrofi – avverte l’avvocato Pisani – farebbe bene intanto a chieder subito scusa ai lettori ed ai napoletani tutti visto che il suo ruolo di addetto all’informazione richiederebbe ben altro stile”.