burioni-tarro

Sta diventando aspra la polemica tra due dei più noti virologi nazionali, Tarro e Burioni. Nei giorni scorsi il virologo napoletano aveva affermato che non bisognerà attendere il vaccino, e che il Coronavirus si può curare con gli antivirali e che comunque entro l’estate sparirà. Nelle sue interviste è sempre stato presentato come “candidato al Nobel” (cosa che effettivamente si è verificata in passato).

Da Milano Roberto Burioni aveva sprezzantemente commentato: “Se Tarro è virologo da Nobel, io sono Miss Italia”.

Ma non si è fatta attendere la replica del napoletano, ai microfoni di La7: “Non faccio polemica con una persona che il 2 febbraio aveva detto che non ci sarebbero stati casi in Italia sul Coronavirus. Come nelle abitudini delle altre Sars per l’estate saremo già immunizzati per cui non ci sarà motivo di stare agli arresti domiciliari” ha spiegato a ‘Non è l’Arena’. Sui social ha poi aggiunto: “Burioni scrive su Twitter: Se Tarro è virologo da Nobel, io sono Miss Italia. Su una cosa ha ragione: lui deve fare solo le passerelle come Miss Italia, ma senza aprire bocca”. Insomma una bella guerra.