Lo strano caso di Milik, il bomber che piace a tutti… tranne che al Napoli

da | Apr 19, 2020 | Calcio Napoli

Chi lo avrebbe mai detto. C’è una strana storia nel Napoli che pare sembrare assurda, ma non lo è, la storia
di Arek Milik.


Il bomber polacco, arrivato a Napoli per raccogliere la pesante eredità di Gonzalo Higuain, Non è mai
entrato del tutto nel cuore dei napoletani e non è mai stato realmente al centro del progetto Napolib
I numeri, che poi per gli attaccanti sono quelli che fanno la differenza, sono dalla sua parte. I goal Milik li ha
sempre fatti, di testa, di sinistro, su punizione, eppure non c’è mai stata empatia con l’ambiente. La sorte, a
dirla tutta, non è stata certo dalla sua parte. Due infortuni gravissimi, lo hanno tenuto fuori dal campo per
quasi due anni. Nella prima stagione utile, la scorsa, l’ex attaccante dell’Ajax (non giocando sempre da
titolare) ha realizzato 17 reti in campionato e 3 tra Champions e campionato. Anche in questa stagione il
suo ruolino non è affatto male, 9 reti in campionato su 16 presenze, tre reti in Champions.
Insomma, siamo difronte ad un attaccante che la porta la vede con una discreta facilità. Questo, però, per
entrare nei cuori della gente non basta. Il ricordo di Cavani ed Higaiun è ancora troppo forte per una piazza
come Napoli che ha sempre sognato in grande. Ma, mentre Napoli non lo ama, sono in molti, soprattutto in
Italia, che farebbero carte false per averlo.
La situazione contrattuale di Milik è chiara da mesi, il suo contratto scade nel 2021 e quindi, dovesse, come
pare, non arrivare il rinnovo, l’addio sarebbe l’unica soluzione possibile. Ma il Napoli sta correndo un rischio
clamoroso, quello di perdere nella stessa stagione i suoi due centravanti, Mertens e Milik, ma restiamo sul
polacco.


Il classe ’94 ha attirato su di se le attenzioni di Roma, Milan, Inter ed addirittura, notizia delle ultime ore,
della Juventus. Già, proprio gli odiati nemici, guidati oggi dall’ex Che Guevara di Filigne, sono entrati a
gamba tesa nella trattativa Napoli-Milik. Sarri, ritiene Arek, il partener perfetto di Ronaldo e Dybala ed ha
chiesto alla propria dirigenza il suo acquisto.
Come ripetiamo da tempo, il calciomercato post coronavirus, sarà molto diverso da quello a cui abbiamo
assistito negli ulti anni. Dunque, un ragazzo del ’94 con grande esperienza a livello europeo (ha preso parte
ad un Mondiale, ad un europeo, ed è costantemente in Champions negli ultimi 5 anni) e che garantisce un
certo numero di goal ad un prezzo di saldo, attira l’attenzione di tanti.
E quindi, mentre Napoli ed il Napoli storcono il naso, la Juventus appare essere assai pronta ad abbracciare
Arek, ma non sarà di certo una passeggiata. La concorrenza è folta, non solo le italiane, ma anche Lipsia,
Schalke 04 e Borussia Dortmund guardano con estrema attenzione a Milik.
A questo punto, al Napoli, non resta che trattare, magari ottenendo qualche contropartita gradite (Federico
Bernardeschi), ma sarà comunque complicato riuscire a trovare sul mercato un attaccante capace di
garantire a Gennaro Gattuso un apporto importante di reti per mantenere il Napoli ad un determinato
livello.

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te