Esami di Stato bloccati per il Coronavirus. Sos degli abilitandi al ministro Manfredi

da | Apr 14, 2020 | Cronaca

Tanti anni di studio per conseguire la laurea, e poi i tirocini, e poi la preparazione per l’esame di Stato. Lo hanno affrontato,  e avevano anche già superato le due prove scritte; mancava solo il colloquio finale quando il Coronavirus ha fatto saltare quell’ultima prova, quella orale,  catapultandoli nell’angosciante limbo dell’incertezza…  Si tratta di parte dei candidati della II sessione 2019 degli esami  di abilitazione in corso alla Federico II.  Centinaia di  aspiranti architetti, commercialisti, psicologi, ingegneri erano quasi giunti al traguardo che avrebbe consentito loro di entrare nel mondo del lavoro ma all’improvviso hanno visto sfumare tutto.  Il colloquio finale (che era slittato a dopo l’8 marzo per ritardi nella correzione degli scritti) è stato rinviato a data da destinarsi…

 Una palese disuguaglianza,  non tanto rispetto a chi  altrove ce l’ha fatta  (in quasi tutte le altre Università sede di esame le commissioni  hanno corretto  i compiti nei tempi consueti) ma soprattutto alla luce della recente ondata di medici  immessi  nel Servizio sanitario nazionale, diventati tali con il solo titolo accademico  e un giudizio positivo sul tirocinio, cioè senza fare l’esame di Stato. E’ vero che s’è trattato di una misura presa per l’emergenza Coronavirus – sostengono  alcuni degli abilitandi –  ma questa situazione contrasta con l’articolo 3 della Costituzione  (l’uguaglianza dei cittadini è un diritto basilare)  tanto più che nella nota illustrativa del decreto legge 18 del 17 marzo è  scritto che la misura è stata dettata  anche  “dalle condizioni di difficoltà con le quali verrebbe svolta la prova di esami di abilitazione,  non a caso già oggetto di un rinvio per lo stato emergenziale in cui versa il Paese”.  E ciò senza tener conto, per esempio, che anche  la professione di psicologo (un centinaio gli abilitandi interessati) è strategica nell’aiuto alle popolazioni. “La crisi da Coronavirus si sta trasformando in una crisi psicologica”,  ha detto lo psichiatra Paolo Crepet,  “ma nel comitato scientifico  manca lo psicologo o lo psichiatra”.

La soluzione ci sarebbe.  Nel decreto legge 22 dell’8 aprile sulle “misure urgenti per lo svolgimento degli esami di Stato” –  relativo alle sessioni 2020 – si specifica che potranno  essere individuate “modalità di svolgimento diverse da quelle ordinarie, comprese modalità a distanza”.  La Federico II  si è attrezzata efficacemente per continuare l’attività didattica (lezioni, sedute d’esame e lauree) per via telematica. E sembra che  finalmente si stia riflettendo su quest’ultima possibilità anche per  gli abilitandi ma l’organizzazione non è semplice, sono troppi e si rinvia, per ora, al prossimo maggio…

 Gli Ordini professionali auspicano  una soluzione. Ma la competenza è del ministero dell’Università. Si conta sull’attenzione del capo del dicastero, l’ex rettore della Federico II  Gaetano Manfredi nel quale gli aspiranti professionisti confidano  per avere la possibilità di lavorare.

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni segue le vicende del cantiere installato in piazza Leonardo, dopo le numerose proteste e battaglie condotte con i residenti, può dare la bella notizia: finalmente le transenne sono scomparse e il...

E pperò…

E pperò…

Doppo Pasca ’o core s’arape â speranza… “Doppo Pasca, vieneme pesca”, se diceva anticamente, pe ffa capì ca ’e ccose, dopp’ ’a risurrezione, pônno sulo cagnà e nniente po’ essere comm’apprimma. E pperò…’a situazzione sanitaria nu’ ppare overamente cagnata manco doppo...

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Scampia, in 30 a giocare a tombola e dopo il coprifuoco: sanzionati

Scampia, in 30 a giocare a tombola e dopo il coprifuoco: sanzionati

Stanotte gli agenti dei Commissariati Scampia e Secondigliano, con il supporto degli equipaggi dell’Ufficio Prevenzione Generale, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Cupa della Vedova per la segnalazione di assembramenti all’interno di un...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

Violenza sulle donne, il segnale di sos

Violenza sulle donne, il segnale di sos

di Cinzia Rosaria Baldi * #SignalForHelp: l’hashtag indica il pericolo di violenza Sembra quasi un saluto, le quattro dita aperte verso l’alto con il pollice della mano piegato verso il palmo, poi di seguito le quattro dita si chiudono: è il segnale in codice per...

Vomero, controlli e sanzioni nelle zone della movida

Vomero, controlli e sanzioni nelle zone della movida

Lo scorso fine settimana gli agenti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e gli agenti della Polizia Metropolitana, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania e...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te