Napoli rispetta i divieti, anche nel temuto weekend di Pasqua, dove sono state solo 20 le multe ai cittadini. Secondo i dati resi noti dal Comando della Polizia Locale di Napoli, che ha impiegato una media di circa 300 unità al giorno, sono stati sottoposti a controllo 550 esercizi commerciali, ma solo tre sono stati verbalizzati. Sono stati controllati anche gli spostamenti di circa 2500 cittadini fermando oltre 1400 veicoli in circolazione: anche in questo caso sono stati verbalizzati solo 20 persone che non avevano giustificata motivazione per stare in strada. Le zone maggiormente interessate ai controlli della Polizia Locale, così come concordato con la Questura, sono state tra le altre il lungomare Caracciolo, il Castel dell’Ovo, il pontile di Bagnoli, via Toledo, piazza Garibaldi ed aree limitrofe.

Controlli anche oggi: tra i multati un forno che era aperto abusivamente nell’area orientale della città e una edicola- tabaccheria sorpresa ad esercitare in corso San Giovanni in contrasto alle restrizioni previste. In mattinata la Centrale Operativa del Comando si è attivata con il 118 e con gli uffici assistenziali del Comune per supportare una famiglia che aveva segnalato il decesso di un proprio congiunto avvenuto nella giornata di sabato.