Coronavirus, prorogare validità abbonamenti al trasporto pubblico: la proposta di Simeone

da | Apr 13, 2020 | Cronaca

La signora Imma partiva ogni mattina da Pianura prendendo  la Cumana, la funicolare di Montesanto ed un bus per arrivare all’Arenella dove lavora come collaboratrice domestica. La signora Ina, che abita a Casoria, una volta giunta in pullman a piazza Garibaldi saliva sul metrò linea 1 e poi, percorso un tratto a piedi dalla stazione di via Toledo, prendeva un altro bus per arrivare a Posillipo. Il signor Giovanni, che abita a Barra, una volta arrivato alla Stazione centrale doveva utilizzare ben tre pullman per andare al lavoro in una fabbrichetta che ha sede in un’area un po’ fuori mano di Bagnoli.

Tutti e tre avevano già rinnovato l’abbonamento mensile al trasporto pubblico per il mese di marzo, quando è divampato l’allarme Coronavirus e tutto si è fermato. Niente lavoro, niente guadagni. E ci rimettono pure i soldi per l’abbonamento…

Ma conviene conservare ancora per un po’ il titolo di viaggio. Il presidente della commissione consiliare trasporti, Nino Simeone, infatti già da giorni ha chiesto una proroga della validità degli abbonamenti mensili e di quelli annuali con una lettera al presidente del Consorzio Unico Campania, all’amministratore dell’Anm ed all’assessore comunale ai trasporti Enrico Panini (si attende una risposta).

 “Alla luce delle tante segnalazioni pervenuteci, relative al mancato utilizzo degli abbonamenti per il periodo legato all’emergenza Coronavirus”, spiegava Simeone nella lettera del 28 marzo, “si chiede la possibilità di prorogare gli stessi  per il tempo in cui non si è usufruito del servizio già pagato”.

 In pratica si tratterebbe di rendere valido l’abbonamento mensile di marzo per il primo mese utile successivo al cessato stato di emergenza e di prorogare invece quello annuale per i mesi relativi a tutto il periodo emergenziale (avendo sempre come riferimento iniziale il mese di marzo).

 La questione riguarda decine di migliaia di persone. L’abbonamento mensile in ambito urbano costa 42 euro se integrato (cioè con la possibilità di utilizzare tutti i mezzi di trasporto delle aziende consorziate: metro, bus, funicolari…) mentre costa 35 euro quello che consente viaggi sui mezzi di una sola azienda. Gli abbonamenti annuali costano rispettivamente 294 e 235,20 euro.

La richiesta- spiega inoltre il presidente della commissione trasporti- scaturisce anche dal fatto che, essendo quasi tutti i lavoratori impegnati in attività di “lavoro agile” da casa e gli studenti invece in “teledidattica” sempre da casa, si penalizzerebbero notevolmente queste categorie nonché i tantissimi altri cittadini che, non per propria volontà, da marzo – benché avessero pagato l’abbonamento – non stanno più usufruendo dei mezzi pubblici.

La proposta di Nino Simeone è al vaglio delle aziende e del Comune.

 Si consideri che in un giorno feriale medio la città di Napoli è interessata da 575mila spostamenti sistematici, cioè per lavoro o per studio, in auto o con mezzi pubblici (dati ante Coronavirus). 

Vomero, picchiano i genitori per comprare la droga: arrestati

Vomero, picchiano i genitori per comprare la droga: arrestati

I Carabinieri della Compagnia Napoli Vomero hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia un 45enne del posto già noto alle forze dell’ordine. I militari – allertati dalla centrale operativa – sono intervenuti in un appartamento nella zona di via Aniello falcone ed...

Vomero, fermato un presunto rapinatore

Vomero, fermato un presunto rapinatore

Lo scorso 22 novembre in via Pigna un uomo con volto coperto da un casco era entrato in un supermercato e, simulando di essere armato, aveva minacciato la cassiera facendosi consegnare 750 euro per poi fuggire a bordo di un motoveicolo. Martedì scorso i Falchi della...

Movida a Napoli, la Polizia municipale intensifica i controlli

Movida a Napoli, la Polizia municipale intensifica i controlli

La Polizia Locale ha  intensificato le attività di controllo delle norme che regolano la “movida” cittadina accertando violazioni al Codice della Strada e al rispetto delle misure di prevenzione sanitarie. Dal Lungomare alle aree di Chiaia, dal Centro Storico  al...

Stadio Maradona, oggi l’inaugurazione della statua per Diego

Stadio Maradona, oggi l’inaugurazione della statua per Diego

Un dono alla città di Napoli e al suo campione più amato: è così che il Comune di Napoli ricorderà oggi, giovedì 25 novembre alle ore 13.30 Diego Armando ad un anno dalla sua scomparsa. Nel piazzale antistante i varchi d'ingresso del settore Distinti dello stadio a...

Premio Filangieri, ecco i vincitori della terza edizione

Premio Filangieri, ecco i vincitori della terza edizione

Premiati i vincitori della terza edizione del Premio nazionale di poesia e fotografia Cesare Filangieri (intitolato al padre del famoso giurista del Settecento) promosso dall’ente ecclesiastico “Immacolata e Sant’Antonio” con il patrocinio dei Comuni di Napoli e di...

Porto di Napoli, sequestrate 1900 biciclette contraffatte

Porto di Napoli, sequestrate 1900 biciclette contraffatte

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza e l'Agenzia delle Dogane di Napoli hanno individuato, all’interno del porto, nel contesto delle attività congiunte di analisi di rischio in ambito doganale, oltre 1900 biciclette con componenti di un noto gruppo...

Campania, nuova allerta meteo da mezzanotte

Campania, nuova allerta meteo da mezzanotte

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo valido a partire dalla mezzanotte fino alle 23.59 di domani, lunedì 22 novembre, su tutto il territorio regionale, ad esclusione delle zone 4 e 7 (Alta Irpinia e Sannio;...

La Parthenope “plastic free”

La Parthenope “plastic free”

Intervista all’architetto Luciano Esposito, curatore dell’iniziativa di distribuzione borracce In questi giorni l’Università degli Studi di Napoli Parthenope sta regalando ai suoi studenti centinaia di borracce in alluminio per supportare la campagna nazionale Plastic...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te