Tappati in casa per il Coronavirus. “Ma le cimici no. Non le vogliamo!”

da | Apr 10, 2020 | Cronaca

L’emergenza Coronavirus sta facendo slittare ogni cosa (impegni di lavoro, scuola, concorsi, tasse, processi) e  tiene giustamente banco sui mass media, ma, se è vero che c’è un tempo per tutte le cose, è certamente questo il tempo – tra l’altro – di riaffrontare il problema del verde urbano, poiché è proprio in primavera che si possono fare certe operazioni, prima che esploda il caldo estivo con il dramma delle cimici che, se l’anno scorso cadevano dalle fronde sui passanti, quest’anno avranno un impatto ancor più devastante dal momento che si prevede una proroga delle limitazioni anti-contagio e molti cittadini saranno costretti a restare in casa con le finestre sbarrate poiché questi animaletti entrano anche attraverso i balconi.

 Ed ecco che scende di nuovo in campo Gazebo Verde, dopo la “rivolta contro le cimici” di otto mesi fa quando il comitato spontaneo di cittadini con un banchetto in via Scarlatti raccolse in un sol giorno oltre duemila firme per chiedere una bonifica della zona. Gazebo Verde scende di nuovo in campo con una lettera aperta del presidente, Maria Teresa Ercolanese, all’assessore comunale al verde Luigi Felaco. “Era settembre quando il nostro comitato presentò un esposto all’Asl Na1 ed al Comune per ottenere la bonifica dei platani del quartiere Vomero, infestati dalle tingidi (cimici)”, così inizia la lettera. “L’Asl accertò l’emergenza e stabilì di intervenire predisponendo uomini, mezzi e prodotti e dando all’allora assessore Ciro Borriello l’unico onere di organizzare i giorni di intervento”, ma nulla fu fatto. Alla base della richiesta c’era anche uno studio di un agronomo. “All’assessore Borriello è poi subentrato lei. Abbiamo iniziato con lei un nuovo percorso fatto di collaborazione ma anche di denuncia, sempre nel rispetto dei ruoli di ciascuno… Ma ora è arrivata la primavera e con la primavera sono tornate le cimici dei platani. Le abbiamo inoltrato ben due formali richieste, senza ricevere risposta. Ne abbiamo parlato personalmente, ed alle sue rassicurazioni non vi è stato alcun seguito”

C’è poco tempo per intervenire. “I platani di via Scarlatti, via Luca Giordano e via Morghen hanno raggiunto dimensioni preoccupanti. I rami ancora spogli sono già nei balconi dei palazzi. Lo sono ora, pensi cosa sarà quando saranno fioriti”, aggiunge Maria Teresa Ercolanese. “Le cimici già impediscono ai residenti di poter uscire sui balconi. In tempi di Covid -19 e di un’estate che probabilmente dovremo trascorrere nei nostri appartamenti, ci sarà impedito anche solo aprire una finestra. Prigione su prigione, quarantena su quarantena. Ma lei non potrà negare di saperlo, vi è un esposto corredato dall’accertamento dell’Asl depositato nei suoi uffici”.  E dunque,  da Gazebo Verde  l’ennesimo invito a Felaco ad intervenire, “com’è suo obbligo”,  affinché l’estate all’ombra del Coronavirus non sia resa ancor più insopportabile dalle aggressioni di questi animaletti che infestano le strade e le case.

La laurea in Napoletanità ideata da Francesco Spinosa

La laurea in Napoletanità ideata da Francesco Spinosa

Si è conclusa con un grandissimo riscontro di pubblico e critica la tredicesima edizione della Crociera della Musica Napoletana, l’evento transnazionale, esperienziale ed emozionale organizzato da Scoop Travel a bordo delle navi della Msc Crociere, evento che tende a...

Funicolare di Chiaia, prolungata di un anno l’apertura

Funicolare di Chiaia, prolungata di un anno l’apertura

Prorogato di ulteriori 12 mesi di funzionamento della Funicolare di Chiaia. Le prove eseguite da ANM hanno dato tutte esito favorevole, confermando la sicurezza degli impianti. Pertanto nelle more dell'affidamento dei lavori di revisione ventennale e ammodernamento...

Marechiaro, riattivata la Ztl

Marechiaro, riattivata la Ztl

Nei giorni festivi e prefestivi dal 2 ottobre al 31 ottobre sarà riattivata anche la ZTL Marechiaro (delibera del 23/9/21)  con divieto di transito veicolare per la intera giornata nel tratto tra via Alfano e piazzetta Marechiaro; divieto di transito dalle8 alle 19...

Casa Fiorinda, la visita a sorpresa di Federica Pellegrini

Casa Fiorinda, la visita a sorpresa di Federica Pellegrini

“Grazie alle operatrici che danno pieno sostegno a Donne coraggiose” Visita a sorpresa di Federica Pellegrini a Casa Fiorinda a Napoli. L'atleta azzurra ha trascorso una serata in compagnia con le ospiti della casa per donne maltrattate Fiorinda. Un luogo fisico di...

I bambini e la moda gender fluid

I bambini e la moda gender fluid

L’allarme di una psichiatra: “I piccoli disorientati dalle lezioni di sesso di insegnanti spesso impreparati” Il piccolo Salvatore, otto anni, si osserva compiaciuto davanti allo specchio mentre prova e riprova le scarpe con i tacchi a spillo della madre: “Dice che...

Vomero, per il parco fantasma arrivano i soldi della Regione

Vomero, per il parco fantasma arrivano i soldi della Regione

La Regione Campania investirà 15 milioni di euro (a valere sui fondi POC 2014-2020) per la riqualificazione di 24 parchi cittadini dislocati nelle varie Municipalità, così com’era stato annunciato nel marzo 2020 (visto che il Comune non ha fondi) dall’agronomo...

La serata dell’amicizia sulla Terrazza Zungri

La serata dell’amicizia sulla Terrazza Zungri

Lo scorso 20 settembre si sono incontrate tutte le socie del Club Innerweel Luisa Bruni sulla “Terrazza Zungri”, il più antico club d’Italia, nato dalle mogli dei rotariani alle quali non era permesso l’accesso nel club. La socia Imma Zungri Emilio ha accolto tutte le...

Campania, da mezzanotte scatta l’allerta meteo gialla

Campania, da mezzanotte scatta l’allerta meteo gialla

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con livello di criticità idrogeologica per temporali di colore Giallo valevole a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani sulle seguenti zone: 1 (Piana Campana, Napoli,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te