Napoli, l’I.C. Borsellino consegna i tablet alle famiglie degli alunni sprovvisti

da | Apr 10, 2020 | Cronaca

La polizia municipale ha presenziato alla consegna da parte dell’I.C. Borsellino di 32 tablet alle famiglie degli alunni che ne erano privi. Erano presenti le assessore Clemente e Palmieri. La scuola provvederà anche a fornire tablet con scheda telefonica ai nuclei familiari privi di possibilità di connessione. Le scuole  di Napoli stanno infatti rispondendo con grande impegno alle necessità delle famiglie che non hanno mezzi informatici propri per favorire la Didattica a distanza e il Comune ha attivato un importante servizio di sostegno che tramite operatori di Napoli servizi si occupa, su richiesta, del ritiro dei tablet e pc presso le sedi scolastiche per poi recapitarli alle famiglie. Per ottenere questo servizio,  le scuole possono inoltrare una mail con le informazioni ed un recapito per la reperibilità agli indirizzi info@napoliservizi.com  e inclusione.sociale@comune.napoli.it ( inserendo per conoscenza la mail dell’assessorato alla scuola ).

 “Un ringraziamento speciale agli agenti della polizia municipale che stamani sono intervenuti, pur se chiamati con breve preavviso per tutelare la sicurezza degli operatori che svolgevano per la scuola un encomiabile lavoro ed anche alla Napoli servizi, che in questi giorni sta  affiancando le istituzioni scolastiche statali per aiutarle alla consegna, in modo da risolvere il problema della mobilità di tante famiglie – dichiarano le assessore Clemente e Palmieri -.Tutte le istituzioni pubbliche stanno dando grande prova di sé in questo momento di emergenza, alleandosi per il bene dei nostri piccoli o giovani concittadini. Siamo orgogliose del cuore di Napoli”.

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vomero, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Alessandro Scarlatti, sono stati avvicinati da un addetto alla vigilanza di un negozio di abbigliamento il quale ha raccontato che, poco prima,...

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Dieci anni trascorsi mettendo al centro le storie, i volti, le esperienze e i bisogni delle persone a ridotta mobilità e con disabilità. L'impegno del Gruppo FS su questo fronte si è concretizzato anche grazie alle Sale Blu di Rete Ferroviaria Italiana, un servizio di...

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Agenti della polizia locale dell’unità di San Lorenzo, coadiuvati dagli operai della Napoli Servizi, sono intervenuti in vico grotta della Marra, a due passi dalla Curia di Napoli, rimuovendo 65 paletti installati abusivamente da ignoti sul suolo pubblico. “Il nostro...

“Reggimento Immortale” in Italia, domani la marcia on line

“Reggimento Immortale” in Italia, domani la marcia on line

Nelle difficili condizioni della Pandemia Globale, la processione "Reggimento Immortale" in Italia è stata organizzata in un formato online. I coordinatori dei Reggimenti Immortali delle 16 città italiane di Roma, Milano, Napoli, Bari, Genova, Verona, Bologna, Udine,...

Pozzuoli, pornografia minorile: arrestato 27enne

Pozzuoli, pornografia minorile: arrestato 27enne

I militari della Stazione Carabinieri di Monteruscello, in esito a una perquisizione delegata dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Palermo a seguito di una denuncia sporta dai genitori di un minore presso la Stazione di Palermo Borgo Nuovo, hanno tratto in...

Napoli, piazza Amedeo: tenta una rapina. Fermato

Napoli, piazza Amedeo: tenta una rapina. Fermato

Martedì scorso gli agenti del Commissariato San Ferdinando, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti all’interno della stazione metropolitana di piazza Amedeo per la segnalazione di una tentata rapina commessa da un uomo armato di un coccio di...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te