Pasca e Ppefanìa…

da | Apr 8, 2020 | Cronaca

Nu’ pputimmo leggere nu quotidiano o guardà nu teleggiurnale senz’essere zeffunnate ’a tunnellate ’e nutizzie che pparlano sulo ’e l’epidemia. Mo l’informazzione s’è arridotta a nnu bullettino ’e guerra e tuttequante ce stammo abbituanno a ssentì e ausà nu linguaggio militare. Cape ’e guverno e ministre, dutture e cape d’ ’a prutezzione civile, giurnaliste e perzunagge d’ ’a televisione se so’ mmise d’accuordo a cce fa sentì comme si nun stessemo sulamente ’nzerrate dint’ ’e ccase noste, ma addirittura dint’a na trincea…  Sta ppassanno na manera ’e parlà e scrivere ’e ’sta pandemia comme si se trattasse ’e nu cumbattimento, cu attacchedefenza, arme, munizziune. Parlano ’e verzàglie, arme, guerra totale; arraccumannano â ggente ca nun s’hann’ ârrennere ô nemico e ca nun s’ha dda avascià ’a guardia. ’Nzomma, na retorica ’e guerra che ppoco ce azzecca cu chello che, ’mece, è cuntrasto â malatìa, cura pe ssanà ’e malate e accurtezza pe nnu’ ffa’ spannere ’o cuntaggio.

Furtunatamente, ogne tanto ’nce stanno pure nutizzie diverze e, ’mmiez’a tante amarezze, nu ppoco ’e aggarbatezza e dducezza. Mo ca ll’aria ’e Pasca se fa sentì, capita ’e leggere pure quacche bbona nova. P’essempio, nu sacco ’e ggente stanno ajutanno ’e cchiù ’nguajate cu rraccòvete ’e robba ’a magnà, stanno lassanno na ‘spesa suspesa’ dint’ê supermercate e ccunzegnano articule varie ê ccase d’ ’e viecchie che nu’ sse pônno movere. A Caivano, l’Algida rialaje ’e gelate suoje ê cetadine e a Caggiano (SA) ’o sìnneco, turnanno addereto l’indennità soja, arrialàje 300 ova ’e Pasca ê ccriature d’ ’o paese. Solidarietà, attenzione pe cchille che nn’àveno besuogno (disabbele, anziane, senza casa…) e ccura pe rrecupetà ’a casa e ’a fameglia nu’ ssolo comme na gajòla addò avimm’a sta’ afforza, ma comme refuggio pe nna vita diverza.

’A ggente sta tturnanno a ccucenà; ce sta cchi s’è mmiso a ’nfurnà pane e ppizze e chi s’appripara a sfurnà casatielle e ppastiere p’ ’a santa Pasca che ss’abbecina. Ce sta chi va facenno ginnasteca dinto casa e cchi, finalmente, se sta lleggenno nu libbro o studianno quaccosa. ’Nzomma, stammo pruvanno a dda’ nu senzo a sti ggiurnate longhe e semp’eguale, però stammo pure arrivanno a scuprì che comme campavemo ‘primma’ nunn era accussì ‘nurmale’ comme pareva. Tropp’assaje ammuina, tropp’assaje pressa, tropp’assaje sciupìe, tropp’assaje cunzume e spese inutile. Ma quanno ’sta mardetta scajenza fernarrà ce sta ’o rìseco ca turnammo a ffa’ tutto comm’a primma, senza cagnà ’a manera nosta ’e campà, sfruttanno ê pperzone, arraffanno ’e rrisorze e subbissanno ’a natura. Nu pruverbio dice: “Doppo Pasca, viéneme pesca”, pe ffa’ capì ca quanno ’e ccose tornano a jì’ bbuono è ffacile che cce scurdammo tuttoquanto e ’e tuttequante… Nuje, però, nun ce âmm’a scurdà chello c’avimmo passato e cche ’sta pandemìa ce ave ’mparato.

Chesta Quaresema ’e quarantena nun po’ ffernì a tarallucce e vvino né a casatielle e cciucculata. Sperammo allora ca Pasca che vvene ce porta nu ppoco ’e cujetudine e sserenità, ma stammoce attiente a nun cadé dint’ ’o trainello ’e penzà ca nun è succieso niente. Int’a cummedia d’Eduardo ‘Napoli milionaria’, fernuta ’a guerra, Gennaro Iovine se nne torna â casa soja doppo mise ’e priggiunia e stiente. È assaje cagnato e ppe isso niente è cchiù comm’a primma, ma p’ ’a mugliera e pp’ ’e figlie suoje chello ch’è stato s’ha dda sulo scancellà. ’O figlio Amedeo lle dice cuntinuamente: «Nun ce penzà cchiù …Va bbuò papà, ccà è ffernuto tutte cose… ccà oramaje stammo cujete…». Però Gennaro risponne a Amedeo e â mugliera: «Nun ce penzo cchiù? È na parola. E chi se po’ scurda’… ‘A sta guerra ccà se torna buone… Ca nun se vo’ ffa’ male a nisciuno… Nun facimmo male, Ama’… Nun facimmo male…».

Pasca vo’ dicere ‘passaggio’ e ppirciò ppure nuje, fernuta ’st’epidemia, farriamo bbuono a nun scancellà tutto e a ccagnà strada, overamente.

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Posillipo, in spiaggia a prendere il sole e mangiare: sanzionati

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Posillipo e i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio teso all'applicazione della normativa anti Covid-19, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in una spiaggia di via Posillipo per...

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni segue le vicende del cantiere installato in piazza Leonardo, dopo le numerose proteste e battaglie condotte con i residenti, può dare la bella notizia: finalmente le transenne sono scomparse e il...

E pperò…

E pperò…

Doppo Pasca ’o core s’arape â speranza… “Doppo Pasca, vieneme pesca”, se diceva anticamente, pe ffa capì ca ’e ccose, dopp’ ’a risurrezione, pônno sulo cagnà e nniente po’ essere comm’apprimma. E pperò…’a situazzione sanitaria nu’ ppare overamente cagnata manco doppo...

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

Violenza sulle donne, il segnale di sos

Violenza sulle donne, il segnale di sos

di Cinzia Rosaria Baldi * #SignalForHelp: l’hashtag indica il pericolo di violenza Sembra quasi un saluto, le quattro dita aperte verso l’alto con il pollice della mano piegato verso il palmo, poi di seguito le quattro dita si chiudono: è il segnale in codice per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te